Bonus Docenti 2020 e Carta del Docente: Cos’è, Come Funziona e Importo

Inizia un nuovo anno scolastico e tra qualche giorno sarà disponibile il nuovo bonus docenti per gli insegnanti che possono spenderlo in determinati ambiti. L’importo è confermato in 500 € che puoi spendere se ne hai diritto in libri, corsi ed eventi culturali.

Dove si trova il bonus docenti

Puoi trovare il bonus docenti 2020 nell’applicazione Carta del Docente. Questa è al momento fuori servizio, ma sarà riattivata a metà settembre. Il fermo è dovuto proprio al caricamento dei nuovi bonus, al calcolo del residuo non utilizzato l’anno scorso e all’inserimento anche di questo nella disponibilità del singolo percettore del contributo.

Ad averne diritto sono tutti gli insegnanti, sia a tempo pieno che parziale delle scuole statali che sono assunti a tempo indeterminato, compresi quelli in periodo di formazione e di prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute, quelli in posizione di comando, distacco, fuori ruolo e comunque utilizzati, i docenti delle scuole all’estero e delle scuole militari. Questi 500 € saranno caricati sulla carta del docente. Questa è un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione derivante dalla Legge 107 del 2015, la legge della Buona Scuola. Questo denaro è finalizzato all’aggiornamento professionale dell’insegnante.

Come utilizzare il bonus docenti 2020

Sull’applicazione della carta del docente si trovano da un lato i professori e dall’altro gli esercenti che offrono prodotti e servizi acquistabili con il buono come libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema, corsi di laurea e master. In questo modo l’insegnante è guidato nella scelta ed è sicuro di acquistare prodotti che possono essere pagati con il contributo statale. Gli esercenti, infatti, devono registrarsi all’applicazione e c’è così un controllo su quello che propongono in questa sorta di e-commerce. L’utilizzo è quindi legato all’accesso alla app Cartadeldocente.

Come accedere alla app Cartadeldocente

Per accedere alla app per visualizzare ed utilizzare il bonus si utilizza il sistema Spid che si è ottenuto da uno degli internet provider a scelta. Se sei già in possesso dello Spid sai bene di cosa si tratta, se non ce l’hai ancora dovrai farlo. La procedura è semplice e questa credenziale la potrai utilizzare per tanti siti della pubblica amministrazione. Lo Spid è gratuito e per ottenerlo è sufficiente avere un indirizzo mail, un numero di cellulare, un documento d’identità e il tesserino sanitario.

bonus docenti 2020 e cartadeldocente
Bonus Docenti 2020 e Cartadeldocente

Ti devi registrare sul sito di un provider a tua scelta e poi finalizzare la tua identificazione secondo i sistemi definiti dallo stesso. La modalità di riconoscimento potrà essere una discriminante per te nella scelta dell’operatore da utilizzare: per la pubblica amministrazione è indifferente. Per il massimo livello di sicurezza di Spid, nel momento in cui farai l’accesso alla Cartadeldocente, dopo aver inserito le credenziali ti sarà inviata una notifica sullo smartphone per completare il riconoscimento.

Come procedere con l’acquisto

Una volta che ti sei loggato nell’applicazione, che non si trova nello store del tuo cellulare ma a cui puoi avere accesso dal browser all’indirizzo cartadeldocente.istruzione.it, puoi verificare l’esercente da cui vuoi acquistare e, una volta individuato cosa vuoi comprare, generare il buono per lo stesso negoziante. Per generarlo dovrai scegliere la tipologia di prodotto che vuoi acquistare, verificare la presenza dell’esercente o scegliere lo stesso dal menù a tendina, controlla nel luogo dove vuoi spendere il buono la presenza e il prezzo del bene che vuoi acquistare e inserisci se vuoi compiere un acquisto in un negozio fisico oppure online.

A questo punto, inserendo l’importo esatto, puoi generare il buono selezionando Crea Buono e confermando la tua scelta. Il buono viene creato ed è pronto per essere speso mostrandolo sullo smartphone oppure stampandolo. In caso avessi sbagliato nell’impostazione, puoi annullarlo in qualsiasi momento, tranne in caso sia un biglietto per un museo che potrai annullare a distanza di qualche giorno. La creazione del buono non ti va a decurtare direttamente il tuo portafoglio, che invece viene addebitato nel momento in cui vai a validarlo.

Il buono generato può essere utilizzato anche per pagamento parziale dell’acquisto che si vuole effettuare, corrispondendo la parte residua in contanti o con carte di pagamento che l’esercente accetta.

Cosa si trova nell’applicazione

Nell’applicazione troverai, a partire dalla sua riattivazione, il totale del tuo portafoglio ancora disponibile che tiene conto dell’eventuale residuo dell’anno precedente, la specifica di tutte le categorie merceologiche che puoi acquistare e l’elenco per ciascuna degli esercizi che si sono registrati al servizio. Con questa registrazione sei certo che accetteranno il buono ed è tuo interesse controllare la presenza del negoziante presso cui vorrai comprare. Potrai vedere anche i buoni che hai generato e che non hai utilizzato (che non sono stati scalati dal tuo saldo) e quelli che invece hai usato (che hanno già intaccato il totale a tua disposizione). Per ora attendi la riapertura dell’applicazione e se non disponi ancora dello Spid, puoi approfittare dei giorni che mancano per ottenere le tue credenziali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here