Bonus Musica 2020: Cos’è e Come Ottenere la Detrazione Fiscale

Quando si parla del Bonus Musica 2020 ancora oggi sono in tanti a fare spallucce non sapendo, in effetti, di cosa si tratta, né conoscendo il motivo per cui sia una novità estremamente interessante per alcune categorie di persone. Questo bonus è stato incluso nella Legge di Bilancio 2020 e consiste, principalmente, nella detrazione del 19%, fino a un massimo pari a 1000 euro, per tutti coloro che decidono d’iscriversi al conservatorio oppure ad altri istituti in cui viene insegnata l’arte musicale.

Bisogna comunque notare che tale agevolazione è stata pensata principalmente per tutte le famiglie con un reddito basso. Per questo, se si possiede un reddito superiore a un certo livello, non si potrà a prescindere fare richiesta per ottenere un bonus di questo genere. La detrazione riguarda la tassa IRPEF e vale solo per i giovani con un’età compresa tra i 5 e i 18 anni che vogliono iscriversi a una scuola di musica oppure al conservatorio.

In realtà, nel testo della Legge di Bilancio 2020 sono previste anche delle altre detrazioni fiscali per le famiglie più povere. Tutti questo bonus sono cumulativi. Per esempio, oltre a poter usufruire dell’agevolazione per i ragazzini e i bambini che vorrebbero studiare la musica, ma non possono a causa del basso reddito famigliare, il testo prevede delle possibilità anche in altri campi.

Come funziona il bonus musica 2020?

Questo beneficio è valido soprattutto per le spese d’iscrizione annuale effettuate, oltre che per gli abbonamenti ai servizi degli istituti d’istruzione musicale. Tuttavia, vale un massimo di 1000 euro. Quindi, se lo studente sostenesse una spesa pari a 6000 euro, potrebbe detrarre solo un massimo pari a 1000 euro, il che sarebbe inferiore ai 19% di detrazione.

Non possono beneficiare di queste agevolazione tutte quelle famiglie il cui reddito è superiore a 36 mila euro su base annuale. Inoltre, occorre ricordarsi che sarà possibile usufruire di questo bonus unicamente dal 1° gennaio del 2021, segnandolo nella Dichiarazione dei Redditi dell’anno seguente, indipendentemente dal modello che si utilizza.

bonus musica 2020
Bonus musica 2020

Riassumendo, possono beneficiare di questo bonus tutti i ragazzi che hanno un’età compresa tra i 5 e i 18 anni, vogliono iscriversi a un istituto musicale e provengono da una famiglia con il reddito annuale inferiore a 36 mila euro. Tra gli enti a cui è possibile fare l’iscrizione per ottenere la detrazione fiscale conosciuta come il bonus musica 2020 spiccano anche i cori musicali e le bande, purché siano stati riconosciuti dalla pubblica amministrazione.

Per questo, se si vuole usufruire di questo vantaggio è possibile anche fare l’iscrizione a una banda musicale del proprio paese, purché sia effettivamente riconosciuta: essa rappresenta una valida alternativa ai conservatori musicali riconosciuti come degli Istituti dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, oltre che alle scuole di musica (che devono comunque essere regolarmente iscritte ai registri regionali di scuole musicali).

Come usufruire dell’incentivo

Tutto ciò che bisogna fare è iscriversi a uno degli istituti di musica precedentemente citati. Fatto questo, bisogna possedere tutti i documenti che possono dimostrare l’avvenuta iscrizione. Tali documenti dovranno essere successivamente allegati alla Dichiarazione dei Redditi 2021, specificando il motivo per cui si richiede la detrazione. Tale bonus viene concesso a tutti coloro che rispettano i requisiti indicati prima, ma bisogna comunque essere un contribuente in regola e non avere debiti verso il Fisco.

E se il reddito supera i 36mila euro?

Le famiglie che possiedono un reddito superiore a 36 mila euro annuali non possono accedere a questo bonus a prescindere. In questo caso, gli studenti provenienti dalle famiglie più agiate possono comunque effettuare l’iscrizione agli istituti musicali situati in Italia, ma non potranno usufruire di alcun bonus fiscale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here