Gruppo scientifico

La proposta del “Reddito d’Inclusione Sociale” e dell’”Alleanza contro la povertà in Italia” nascono da
un’idea di Cristiano Gori. Gori ha coordinato il gruppo scientifico di esperti che ha elaborato la proposta, nell’ambito di un costante confronto con il gruppo tecnico (formato dai referenti dei soggetti associati) dell’Alleanza.

Il gruppo scientifico è composto da Cristiano GoriMassimo Baldini, Alberto Martini, Maurizio Motta, Franco Pesaresi, Paolo Pezzana, Simone Pellegrino, Stefano Sacchi, Pierangelo Spano, Ugo Trivellato, Nadir Zanini.

Hanno collaborato con il gruppo scientifico all’elaborazione del Reis, in varie forme, anche Gianluca Busilacchi, Davide Caselli, Emanuele Ciani, Manuela De Marco, Fabio Dusio, Marco Faini, Oliviero Forti, Giovanni Gallo, Daniela Mesini, Mattia Monti, Marcello Natili, Marcella Sala, Rosemarie Tidoli, Stefano Toso, Patrick Vesan.

Gori_smallCristiano Gori è docente di politica sociale all’Università di Trento e consulente scientifico dell’Istituto per la Ricerca Sociale, a  Milano, e visiting senior fellow presso la London School of Economics, a Londra.  Svolge attività d’insegnamento, ricerca e consulenza sulle politiche di welfare, in Italia e all’estero. Ha ideato e dirige la rivista Welfare Oggi, il Network Non Autosufficienza e il sito www.lombardiasociale.it.  E’ editorialista de “IlSole-24Ore”. Costruire proposte l’appassiona. Lo ha fatto, tra l’altro, in materia di asili nido  (“Un emendamento per 100.000 bambini”, 2006), di non autosufficienza (“La riforma dell’assistenza ai non autosufficienti”, il Mulino, 2006) e di povertà (“Per un piano nazionale contro la povertà”, Carocci, 2010, i cui autori sono coinvolti anche in questo progetto).

Baldini_smallMassimo Baldini insegna Scienza delle Finanze presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi” dell’Università di Modena e Reggio Emilia. E’ membro del Capp (Centro di analisi delle politiche pubbliche), che ha sede presso lo stesso dipartimento. Si occupa di povertà, distribuzione del reddito e politiche di tassazione e welfare

 

Dusio_smallFabio Dusio, laureato in Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali presso l’Università del Piemonte Orientale, ha concluso il Master in Counseling Sistemico Relazionale presso l’Università Pontificia Salesiana nella sede di Torino. Ha svolto attività in campo educativo e formativo dal 1999. Dal 2006 si occupa di valutazione di progetti in ambito sociale, collaborando con ASVAPP di Torino. Ha partecipato alla progettazione e realizzazione dello studio controllato randomizzato per la valutazione del progetto Lavoro&Psiche di Fondazione Cariplo.

Motta_smallMaurizio Motta è stato assistente sociale e dirigente nei Servizi Sociali del Comune di Torino, ed ha insegnato nei percorsi formativi per infermieri, educatori e assistenti sociali, nonché in diverse attività di aggiornamento per operatori e funzionari. E’ docente a contratto presso il corso di laurea magistrale in “Politiche e Servizi Sociali” nell’Università di Torino. Ha pubblicato numerosi articoli sui temi del welfare ed i testi “Progettare l’assistenza” (con F. Mondino, Nuova Italia Scientifica, 1994; ripubblicato da Carocci 2001), “Ricomporre il welfare. Materiali e ragionamenti sull’integrazione sociosanitaria” (con D. Rei, Il Segnalibro Editore, 2011). E’ nella redazione della rivista “Welfare Oggi (Maggioli editore). Si occupa di politiche sociali e sanitarie, esclusione, non autosufficienza, sistemi informativi sociali e sanitari.

Pellegrino_smallSimone Pellegrino è ricercatore di Scienza delle finanze nella Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino.Collabora all’attività di ricerca del Centro Studi sul Federalismo di Torino, presso il Collegio Carlo Alberto di Moncalieri (Torino).I suoi interessi di ricerca vertono prevalentemente su tematiche relative all’imposizione fiscale, alla costruzione di modelli di micro simulazione tax-benefit e all’analisi dell’effetto redistributivo delle imposte. E’ stato membro del gruppo di lavoro interistituzionale per l’attuazione dell’art. 77-ter della Legge n. 133/2008 (Regionalizzazione del Patto di stabilità interno) della Regione Piemonte e ha collaborato all’attività di ricerca dell’Istituto IRES – Piemonte, nell’ambito di un progetto di ricerca avente l’obiettivo di costruire un modello di previsione della spesa sanitaria piemontese.

Paolo_Pezzana_smallPaolo Pezzana è laureato in giurisprudenza e collaboratore dell’ARC, Centre for the Anthropology of Religion and Cultural Change, presso il dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Operatore Sociale e Dirigente, opera da più di quindici anni nel campo della lotta alla grave emarginazione adulta ed è stato dal 2003 al 2013, in rappresentanza della Fondazione Auxilium di Genova, Presidente Nazionale di fio.PSD, la federazione italiana degli organismi per le Persone Senza Dimora, partecipando in tale veste ai principali eventi e gruppi di lavoro sviluppati sul tema in Italia ed Europa. E’ stato collaboratore di Caritas Italiana e Caritas Europa e, dal 2009 al 2013, Direttore Generale di Welfare Italia Servizi srl. Collabora attualmente come consulente per processi di sviluppo, formazione, ricerca ed accompagnamento organizzativo con diversi enti pubblici e privati.

Spano_smallPierangelo Spano, laureato in Economia Aziendale, è ricercatore esperto sui temi della finanza pubblica e del welfare sociale e socio sanitario. È stato ricercatore di Ires Veneto e del Cergas Bocconi, docente all’Università di Trieste e alla SDA Bocconi prima di ricoprire incarichi dirigenziali presso il Comune di Venezia, la Presidenza del Consiglio e il Comune di Parma.

Trivellato_smallUgo Trivellato, professore emerito nell’Università di Padova, è stato ordinario di Statistica economica dal 1980 al 2010. È ricercatore senior dell’Irvapp e membro del Comitato scientifico della Fondazione Ermanno Gorrieri. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la valutazione d’impatto di politiche pubbliche e la misura e l’analisi della partecipazione al lavoro e della disoccupazione. Dal 1994 al 2000 ha fatto parte della Commissione d’indagine sulla povertà e l’esclusione sociale. Nel 2005 gli è stato conferito il premio di Economia del lavoro Ezio Tarantelli per il contributo alla ricerca. Tra le sue pubblicazioni recenti, Sono soldi ben spesi? Perché e come valutare l’efficacia delle politiche pubbliche (con A. Martini, Marsilio, 2011) e Generazioni disuguali. Le condizioni di vita dei giovani di ieri e di oggi: un confronto (con A. Schizzerotto e N. Sartor [a cura di], il Mulino, 2011).

franco_pesaresiFranco Pesaresi è direttore generale dell’Azienda Servizi alla Persona «ambito 9» di Jesi (An) che gestisce i servizi sociali per i 21 comuni dell’ambito territoriale sociale. È stato direttore della Zona territoriale di Senigallia dell’Asur Marche e direttore dell’Area Servizi alla persona del
Comune di Ancona. Recentemente ha pubblicato Quanto costa l’RSA? Costi e tariffe RSA. Manuale di tariffazione (Maggioli, 2016) e ha curato il volume Il nuovo ISEE e i servizi sociali (Maggioli, 2015). È componente di Nna, che cura il Rapporto biennale sulla non autosufficienza.

stefano_sacchiStefano Sacchi è professore associato di Scienza politica nell’Università di Milano, dove insegna Comparative Political Economy. È inoltre research fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino. È autore di oltre cinquanta pubblicazioni accademiche sui temi delle politiche sociali e del lavoro europee e comparate. Tra queste: The Political Economy of Work Security and Flexibility (Policy Press, 2012) e, insieme ad altri, Per un piano nazionale contro la povertà (Carocci, 2010). Ha fatto parte del gruppo di lavoro sul reddito minimo istituito dal viceministro Guerra (2013). Nel 2014 e 2015 è stato consulente del ministro del Lavoro sulla riforma degli ammortizzatori sociali. Attualmente è commissario straordinario dell’Isfol e consulente economico della Presidenza del Consiglio dei ministri.

nadir_zaniniNadir Zanini è attualmente research officer presso CambridgeAssessment (University of Cambridge, Regno Unito) e collabora con FBK-Irvapp, Istituto per la ricerca valutativa sulle politiche pubbliche (Fondazione Bruno Kessler, Trento). Si occupa principalmente di valutazione degli interventi pubblici,
di analisi dei sistemi educativi, della partecipazione al mercato del lavoro e dell’utilizzo di nuove fonti di dati per la ricerca. È stato premiato nel 2008 dall’Associazione italiana di valutazione per la miglior tesi di laurea in ambito valutativo. Ha pubblicato studi sugli effetti delle politiche pubbliche nell’ambito dell’istruzione, del mercato del lavoro e contro la povertà e l’esclusione sociale su riviste scientifiche
sia nazionali che internazionali.