Un piano contro la povertà. Adesso!

Mercoledì 14 ottobre a Roma si è svolta la presentazione delle richieste dell’Alleanza contro la povertà al Governo.

“Un piano contro la povertà. Adesso!”. È il titolo dell’iniziativa promossa dall’Alleanza contro la povertà in Italia – realtà che raccoglie l’adesione di 35 Soggetti di rilevanza nazionale appartenenti al mondo delle Istituzioni, dei Sindacati e del Terzo settore – che si è svolta il 14 ottobre a Roma presso il Palazzo della Cooperazione in via Torino 146, alla vigilia della presentazione della legge di stabilità, per chiedere al Governo l’avvio di un vero Piano nazionale contro la povertà e sostenere la proposta del REIS (Reddito di Inclusione Sociale).

Sono intervenuti:
CRISTIANO GORI – Università Cattolica del Sacro Cuore
MAURIZIO GARDINI – Confcooperative
FRANCESCO SODDU – Caritas Italiana
PIETRO BARBIERI – Forum Nazionale del Terzo Settore
VERA LAMONICA – CGIL
SILVANA ROSETO – UIL
ANTONIO MISIANI – LegaAutonomie
RITA VISINI – Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome

Ha concluso: GIANNI BOTTALICO – Presidente ACLI

Leggi il comunicato stampa finale dell’incontro [.pdf]

L’Alleanza propone di introdurre il Reis partendo dalle famiglie più indigenti  indipendentemente dall’età o da altre caratteristiche dei componenti, e di estenderlo progressivamente a tutte quelle in povertà assoluta mentre il Governo sembra volersi rivolgere prioritariamente ai nuclei poveri con minori. Il vero salto di qualità rispetto al passato, invece, sarebbe stabilire che ogni povero, in quanto tale, qualunque siano la sua età o altri tratti, ha diritto a sperare in un futuro migliore. Per questo, nella proposta dell’Alleanza il criterio di priorità per il progressivo accesso ad una nuova misura di sostegno è costituito dal livello di indigenza.