Barclays e Goldman Sachs sostengono la piattaforma di trading di criptovalute Elwood

La fiducia nelle criptovalute è viva nonostante il crollo di Terra: due importanti operatori di Wall Street investono in Elwood Technologies, un fornitore di software per il trading di criptovalute. Barclays e Goldman Sachs hanno investito in Elwood Technologies, precedentemente nota come Elwood Asset Management, sperando che la società da 500 milioni di dollari sia in grado di attrarre investimenti istituzionali. Il recente crollo del mercato delle criptovalute ha visto 500 dei principali asset digitali crollare di oltre il 50%.

I due titani di Wall Street si sono uniti alle società di venture capital Dawn Capital e ai bracci di venture della tedesca Commerzbank e di Galaxy Digital, una banca d’affari che si occupa di investimenti, per investire denaro in un round di finanziamento pianificato ben prima del fallimento di Terra. Rispetto al recente fallimento di Terra, Elwood ha dichiarato che il finanziamento si concentra sulle infrastrutture piuttosto che sui ritorni a breve termine.

Elwood vende software alle istituzioni finanziarie che vogliono entrare nel settore delle criptovalute attraverso investimenti significativi. Lavora con banche, hedge fund, borse di criptovalute e fintech che hanno bisogno di accedere ai dati di trading delle criptovalute, inserendo il software proprietario di Elwood nelle attuali piattaforme di trading.

“Con l’aumento della domanda istituzionale di criptovalute, abbiamo ampliato attivamente la nostra presenza sul mercato e le nostre capacità per soddisfare la domanda dei clienti”, ha dichiarato Matthew McDermott, responsabile degli asset digitali di Goldman Sachs.

La partnership di Elwood con Bloomberg

A febbraio Elwood ha stretto una partnership con Bloomberg per combinare la piattaforma di trading di criptovalute di Elwood con il sistema di gestione degli ordini di Bloomberg, in modo da consentire agli investitori di Elwood di gestire i propri investimenti in criptovalute e quelli tradizionali in un unico luogo. L’anno scorso, Elwood ha anche venduto 1 miliardo di dollari in attività di fondi basati sulla blockchain a CoinShares. L’operazione faceva parte di un accordo più ampio con CoinShares per l’acquisto dell’attività di indicizzazione di Elwood per 17 milioni di dollari.

“A meno che non ci sia l’infrastruttura e non ci si senta a proprio agio con la qualità dell’architettura sottostante, non si riuscirà mai a ottenere un volume all’altezza dell’opportunità”, ha dichiarato James Stickland, CEO di Elwood.

Uno dei più importanti investitori in criptovalute del Regno Unito, Alan Howard, il CEO dell’hedge fund Brevan Howard, è il fondatore di Elwood Technologies. In precedenza aveva investito in Copper.co, un depositario di asset digitali del Regno Unito, e in Kikitrade, una piattaforma asiatica di criptovalute.

Aumentano i flussi verso gli hedge fund di criptovalute

Molti trader ritengono che la criptovaluta sia ancora matura per il dominio degli hedge fund, nonostante le numerose inefficienze del mercato. A gennaio, Howard ha presentato un hedge fund di criptovalute, BH Digital, che cerca di capitalizzare sull’arbitraggio tra i prezzi delle criptovalute e che gestisce oltre 250.000 dollari.

“Sempre più fondi vedono le criptovalute come una quinta classe di attività”, insieme ad azioni, obbligazioni, valute e materie prime, ha dichiarato Robert Bogucki di Galaxy Digital al Wall Street Journal a marzo.

“Per molti versi, il trading di criptovalute è analogo a quello di altri asset, ma i rischi sono diversi”, ha dichiarato Agustin Lebron di Raposa, una società di trading di criptovalute. Hudson Bay Capital Management LP, un hedge fund con sede a New York, ha osservato un costante aumento dei profitti nella gestione delle criptovalute.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here