Carta N26 Business: Come Funziona, Costi e Limiti

Carta N26 Business è la carta ideale per partite IVA e professionisti. Disponibile in 4 differenti versioni, cerca di abbracciare tutte le esigenze dei lavoratori autonomi grazie alla sua gestione completamente digitale con costi estremamente ridotti. Non è una semplice carta prepagata con IBAN, ma una vera e propria carta conto che mette a disposizione quasi tutti i servizi bancari di un conto corrente tradizionale. In questo articolo scoprirai come attivarla, i suoi costi reali e i suoi limiti.

Carta N26 Business: quale scegliere?

Prima di entrare nel vivo e scoprire tutte le caratteristiche della Carta N26 Business, devi sapere che questa soluzione bancaria è disponibile in 4 versioni differenti che si distinguono in base ai principali servizi che offrono:

  • N26 Strandard: offre i servizi basilari di un conto corrente tradizionale e una carta virtuale. La carta fisica, disponibile con una colorazione trasparente, può essere richiesta con un costo di attivazione una tantum;
  • N26 Smart: offre servizi dedicati come l’assistenza personalizzata via call center, la possibilità di accedere a sconti e promozioni e una carta fisica inclusa nel canone mensile disponibile in 5 differenti colori;
  • N26 You: comprende nel suo canone mensile tutti i servizi delle carte Smart e Standard, compresa la carta fisica in 5 colori differenti, a cui si aggiunge una polizza assicurativa per gli imprevisti di viaggio (utile per chi prenota online lo spostamento e l’alloggio).
  • N26 Metal: questa soluzione aggiunge a tutti i servizi precedenti polizze assicurative per i servizi di car sharing e per i danni che possono essere causati allo smartphone collegato al conto corrente.

Come puoi vedere c’è ne sono per tutte le esigenze.  Tuttavia, gli elementi che accomunano tutte le soluzioni offerte da N26 sono la loro completa gestione digitale e il costo di attivazione gratuito.

carta n26 business
Carta N26 Business

Caratteristiche principali delle carte

Se i servizi essenziali della Carta N26 Business ti hanno incuriosito, entriamo nello specifico delle sue caratteristiche che accomunano tutte le 4 differenti soluzioni:

  • A chi è rivolto: il conto è pensato per partite IVA e lavoratori autonomi. Per ora non è prevista un’alternativa per Snc, Srl o Sas. Il titolare del conto è una persona fisica;
  • Carta: N26 Business include nel canone mensile una carta di debito Mastercard fisica(tranne nella versione Standard disponibile previo pagamento), con cui si può acquistare e prelevare in tutto il mondo;
  • IBAN: italiano con cui effettuare bonifici in entrata e in uscita, sia tradizionali che istantanei, verso tutti i paesi europei (SEPA);
  • Statistiche di spesa: dall’applicazione ufficiale si può categorizzare la spesa, ad esempio inserendola in voci specifiche come “risporante”, “elettronica” o “carburante”, per avere un controllo puntuale delle uscite e delle entrate;
  • Versamenti: essendo una banca digitale N26 non ha filiali fisiche. Tuttavia, è possibile versare contanti sul proprio conto attraverso la funzione Cash26, disponibile presso i supermercati Carrefour, Penny Market e Pam. Mostrando alla cassa un codice reperibile sull’applicazione, è possibile accreditare denaro contante in modo istantaneo.

Una caratteristica interessante che hanno le versioni Smart, You e Metal è la possibilità di attivare dei sotto-conti o Spaces. Questa caratteristica permette di creare degli “spazi di risparmio” in cui accumulare denaro tramite funzionalità automatiche come trasferimenti periodici di somme o l’arrotondamento delle spese.

Costi e attivazione

Analizzati i servizi e le caratteristiche principali, è il momento di consultare i costi delle varie N26 Business messe a disposizione.  Come già riportato in precedenza, la Carta N26 Business non prevede nessun costo di attivazione ma vi sono delle differenze, anche sostanziali, in base al piano tariffario prescelto.

Il canone mensile dell’N26 Standard Business è gratuito, così come i bonifici SEPA e gli addebiti diretti SDD. I costi riguardano l’attivazione della carta di debito fisica Mastercard che ammonta a 10€ una tantum e i prelievi di contante dagli sportelli ATM di 2€(i primi 3 sono gratuiti).

Il canone mensile della N26 Smart Business è invece di 4,90€/mese e include prelievi, bonifici, addebiti diretti e carta fisica. Un costo che la accomuna alla versione Standard è il prelievo di contanti da paesi esteri, la cui commissione è di 1,7% della somma prelevata.

La N26 You Business ha un canone di 9,90€/mese mentre la N26 Metal Business di 16,90€/mese che includono entrambi tutti i servizi sopra descritti. Le uniche spese da prendere in considerazione che le accomuna con le precedenti soluzioni, è il costo del deposito di contante tramite Cash26 che ammonta all’1,5% del totale della somma versata.

L’attivazione è digitale, facile e identica per tutte le versioni disponibili. É sufficiente scaricare l’app ufficiale N26 disponibile sia per i dispositivi iOS e Android sui rispettivi store digitali.

Una volta scaricata N26, occorrerà inserire la scansione di un documento di identità in corso di validità, i propri dati personali, come indirizzo, codice fiscale, e-mail e numero di telefono e registrare un breve video che servirà da firma digitale. La procedura è guidata ed estremamente semplice.  In alternativa all’applicazione, si può utilizzare il sito ufficiale di N26 eseguendo le stesse operazioni.  Il conto, una volta che l’istituto avrà preso in carico la pratica, sarà attivo entro 1 giorno lavorativo, mentre la carta fisica sarà disponibile entro 15 giorni.

Limiti della carta

La versione Business della Carta N26 è sicuramente una buona alternativa per i freelance e i lavoratori autonomi che necessitano di un conto corrente dai costi ridotti e facile da aprire.

Questa banca virtuale di origine tedesca mostra, tuttavia, delle carenze importanti come la mancanza del pagamento dei tributi tramite il modello F24 o la totale assenza di strumenti finanziari per il cliente come prestiti o accesso ad altri tipi di crediti. Inoltre, la sua versione più completa N26 Metal, ha un canone mensile anche più elevato di un conto corrente tradizionale pur non essendo un conto a tutti gli effetti. Difatti l’IBAN associato alla carta ha il grosso limite di poter effettuare soltanto i bonifici in uscita verso paesi extra SEPA e non in entrata.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here