Coinbase e la SEC si preparano alla resa dei conti per la quotazione di sicurezza

La Securities and Exchanges Commission (SEC) degli Stati Uniti ha aperto un’indagine su larga scala su Coinbase per la presunta quotazione di titoli sulla sua piattaforma, pochi giorni dopo aver accusato un ex dipendente di insider trading.

Bloomberg ha riferito che Coinbase deve affrontare un’indagine della SEC per aver permesso agli americani di negoziare titoli non registrati. Secondo gli addetti ai lavori, la SEC ha aumentato la vigilanza sulle operazioni di Coinbase da quando la borsa ha aumentato il numero di token disponibili per la negoziazione.

Attualmente, ci sono più di 150 attività disponibili per la negoziazione su Coinbase e se l’affermazione della SEC è valida, la borsa potrebbe doversi registrare presso la commissione in conformità alla Sezione 6 del Securities Exchange Act del 1934.

Paul Grewal, responsabile legale di Coinbase, ha reagito alla notizia affermando che la borsa non ha scheletri nell’armadio.

“Sono felice di ripeterlo ancora una volta: siamo fiduciosi che il nostro rigoroso processo di diligenza – un processo che la SEC ha già esaminato – tenga i titoli fuori dalla nostra piattaforma, e non vediamo l’ora di impegnarci con la SEC sulla questione”, ha detto Grewal.

Coinbase e la SEC in una situazione di stallo

La SEC e Coinbase si sono già scontrate in passato su diverse questioni relative alla classificazione dei token come titoli. L’ultimo scontro è avvenuto dopo che la Commissione ha accusato l’ex dipendente di Coinbase di insider trading per aver indotto il fratello ad acquistare i token prima della quotazione in borsa.

La SEC ha rilevato che nove degli asset scambiati dall’accusato erano titoli, sostenendo indirettamente che Coinbase aveva quotato titoli senza il suo consenso. Coinbase si è immediatamente difesa con un post sul blog intitolato “Coinbase non quota titoli. Fine della storia”.

L’anno scorso, Coinbase ha avuto un incontro ravvicinato con la Commissione per il suo prodotto di prestito ed è stata costretta ad abbandonarlo quando la SEC ha minacciato un’azione legale. Coinbase ha anche confermato di aver “ricevuto citazioni investigative” dalla Commissione e di aver sempre rispettato le direttive.

L’affidamento della SEC al test di Howey

Per determinare se un’attività è un titolo, la SEC si basa solitamente sul caso del 1946 tra la Commissione e W.J. Howey Co. Famosamente noto come test di Howey, alcuni elementi devono essere presenti affinché una transazione rientri nell’ambito della legge sui titoli.

Secondo i tribunali, la legge sui valori mobiliari si applica se la transazione comporta “un investimento di denaro in un’impresa comune con una ragionevole aspettativa di profitti da ricavare dagli sforzi di altri”.

Da quanto detto sopra, Gary Gensler, presidente della SEC, ha dichiarato che diverse criptovalute sono titoli e questa posizione ha costituito il baluardo della sua causa contro Ripple Labs per la vendita di XRP.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here