El Salvador allontana i timori di default annunciando il riacquisto del debito sovrano

Mentre il resto dei governi del mondo è alle prese con condizioni macroeconomiche disastrose, El Salvador è in controtendenza e ha annunciato di avere liquidità sufficiente per pagare i propri debiti prima della loro scadenza.

Con l’avvicinarsi del 2023, gli economisti discutevano su come El Salvador intendesse onorare la scadenza di un’obbligazione da 800 milioni di dollari. Per uno scherzo del destino, Nayib Bukele, il presidente del Paese, ha placato le preoccupazioni rivelando un piano di rimborso.

Bukele ha dichiarato su Twitter che il suo governo ha inviato due disegni di legge alla Camera legislativa per approvare il suo piano di acquisto volontario di obbligazioni del debito sovrano con scadenza tra il 2023 e il 2025.

Una percentuale del massiccio riacquisto è finanziata dalle riserve del FMI e della Banca Centroamericana per l’Integrazione Economica (BCIE), un prestatore regionale, ha dichiarato il ministro delle Finanze del Paese.

“Contrariamente a quanto hanno detto i media per tutto questo tempo, El Salvador ha liquidità sufficiente non solo per pagare tutti i suoi impegni alla scadenza, ma anche per comprare tutto il suo debito (fino al 2025), in anticipo”, ha detto Bukele.

El Salvador riacquisterà al prezzo di mercato

Bukele ha annunciato che il Paese pagherà il prezzo di mercato per le obbligazioni dopo l’approvazione del piano da parte del Parlamento. Ha aggiunto che il processo inizierà tra sei mesi e che i prezzi potrebbero salire immediatamente quando inizierà il riacquisto.

Uno studio di Citi Research suggerisce che l’intero processo potrebbe costare più di 1,7 miliardi di dollari. La nota avverte che il riacquisto inaspettato presenta alcuni rischi, come l’impennata dei prezzi delle obbligazioni a breve scadenza.

“I rischi sono elevati e la situazione rimane molto fluida”, si legge nella nota di ricerca.

Bukele ha concluso l’annuncio sperando che i media prestino attenzione alla mossa nello stesso modo in cui “hanno pubblicato centinaia di articoli in cui si dice che siamo diretti verso un default”.

Le valutazioni di Bukele aumentano

Un recente sondaggio Gallup per valutare la performance dei leader in America Latina ha visto Bukele in testa con un rating dell’89%. Il rating è salito grazie alla sua abile gestione dell’economia dopo l’anno di crisi della pandemia e alla sua repressione delle attività delle gang.

Pilar Cisneros, in Costa Rica, si colloca al secondo posto con il 77%, mentre Keiko Fujimori, in Perù, occupa il fondo della classifica con il 26%.

Sotto la guida di Bukele, El Salvador è stato il primo Paese ad adottare il Bitcoin come moneta legale, con pareri discordanti sul successo della mossa.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here