Electrum Wallet: Caratteristiche, Funzionalità e Recensioni

Con l’aumentare dell’interesse rivolto al mondo delle criptovalute sono sempre di più le persone interessate a individuare un buon wallet che permetta di gestire con relativa tranquillità gli investimenti nel campo. Un wallet non è altro che un portafoglio digitale, dove è possibile acquistare, conservare ed eventualmente vendere le proprie criptovalute. In genere, le discriminanti sulla scelta sono le funzionalità, la sicurezza, i costi e le criptovalute supportate, in quanto non esiste ormai solo il Bitcoin, anche se rimane la più nota. Di seguito, procederemo con un’attenta analisi di Electrum Wallet, una delle tante opzioni disponibili nel mercato, analizzandone principali caratteristiche e cercando di trarre delle conclusioni sul servizio nel suo insieme.

Cos’è Electrum Wallet

Partiamo con il dire che stiamo parlando di un wallet caratterizzato dalla particolarità di non richiedere download della blockchain. In altri termini, questo permette di rendere l’applicazione molto più agile e rapida, accettando però il compromesso di necessitare obbligatoriamente di una connessione internet per qualsiasi operazione. Il software è totalmente open source e sviluppato in Python, aspetto che gli garantisce compatibilità con qualsiasi sistema operativo, sia mobile che fisso. Nonostante ciò, è considerato uno dei wallet più sicuri fra quelli attualmente sul mercato, grazie ai suoi evoluti sistemi di criptazione dei dati.

Un vero peccato l’assenza dell’autenticazione a due fattori, ormai diventato uno standard di sicurezza. Da questo punto di vista, se si dovesse venire infettati da un malware, qualcuno potrebbe accedere al proprio portafoglio semplicemente utilizzando la password. A questo problema, tuttavia, si può ovviare con alcune funzioni integrate di recente, che consentono di abbinare Electrum a un wallet hardware per tenere i propri dati fuori dai server online e di abbinare il proprio login a un controllo aggiuntivo attraverso Trustedcoin, per simulare quell’autenticazione in due fattori che mancava.

Electrum Wallet
Electrum Wallet: caratteristiche e funzionalità

Criptovalute Supportate

La pecca più fastidiosa, probabilmente, è quella rappresentata dalle criptovalute supportate all’interno del portafoglio virtuale. Allo stato attuale, infatti, si può utilizzare Electrum Wallet soltanto per la compravendita di Bitcoin. Questo esclude una vasta gamma di criptovalute nate più di recente che, sebbene meno note, godono proprio per questo motivo di una minore volatilità e possono rappresentare un investimento lievemente più stabile.

I Costi del Servizio

Il discorso diventa un po’ più spinoso quando si parla di costi. Sebbene scaricare il software in sé sia completamente gratuito, infatti, come per qualsiasi altro wallet sono presenti delle commissioni per ogni transazione effettuata. Il problema di Electrum sta proprio qui: le commissioni possono aumentare a seconda del traffico presente all’interno del mercato. Ovviamente l’applicazione avverte di questa eventualità per tempo, ma può risultare fastidioso dover aspettare che il costo del servizio scenda per poter finalmente effettuare la propria transazione. Il costo standard per l’invio di criptovalute è pari a 0.2 mBTC (millibitcoin, cioè la millesima parte di un Bitcoin). L’aspetto positivo, è che queste fluttuazioni possono avvenire anche in negativo, portando cioè il costo di transazione a scendere a 0.1 mBTC o anche meno.

Funzionalità e Caratteristiche

Trattandosi di un software open source, Electrum Wallet si presenta in modo spartano, con una grafica che ricorda molto lo stile anni Novanta. La configurazione iniziale, che si avvia in seguito al download e l’installazione del software può risultare un po’ ostica, soprattutto se non si è navigati nel mondo delle criptovalute e non si sa cosa sia un seed o che tipologia di wallet scegliere. Per superare questo ostacolo, è consigliabile seguire una guida fra le tante che sono presenti online e che accompagnano l’utente passo passo nella creazione del suo wallet. In alternativa, attraverso il sito ufficiale di Electrum, è possibile entrare in contatto con la community per farsi dare una mano.

Infine, bisogna segnalare come il supporto tecnico sia molto efficiente nei tempi di risposta e in grado di aiutare nella prima configurazione. Una volta risolta questa incombenza, utilizzare Electrum è molto semplice. Anche essendo dei principianti privi di precedenti esperienze nel campo, infatti, è molto intuitivo comprendere il funzionamento dell’interfaccia e iniziare a utilizzare effettivamente l’applicazione.

Opinioni e Recensioni su Electrum Wallet

L’elemento più forte di questo wallet è senza dubbio la sicurezza. Se, quindi, la principale preoccupazione dell’utente risiede nel rischio di perdere il proprio investimento, Electrum Wallet è la scelta migliore. Questo soprattutto perché, trattandosi di un software open source, il costante aggiornamento portato avanti dalla community gli consente di non rimanere indietro con le potenziali minacce. La configurazione iniziale può essere un po’ ostica ma, se si è disposti a spendere qualche minuto in più, si avrà in mano un wallet sicuro e costantemente aggiornato che possa consentire d’investire in tranquillità.

Occhio alle commissioni però: la loro variabilità rende tendenzialmente necessario selezionare con cura i momenti in cui effettuare operazioni. Questo può risultare fastidioso ed è un aspetto che sicuramente necessita di un po’ di abitudine. Infine, da ricordare che questo wallet è utilizzabile solo per i Bitcoin, quindi se si vuole esplorare più a fondo il vasto mondo delle criptovalute non è la piattaforma ideale per farlo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here