False borse di criptovalute sottraggono 128 milioni di dollari agli indiani; Binance sottolinea la necessità di educare gli investitori

La società di sicurezza informatica CloudSEK ha rivelato in un recente rapporto che gli investitori indiani hanno perso milioni di dollari a causa di falsi siti e applicazioni di criptovalute sulla scia dell’attuale debolezza del mercato.

Rahul Sasi, fondatore e CEO di CloudSEK, ha dichiarato all’IANS: “Stimiamo che gli attori minacciosi abbiano frodato le vittime fino a 128 milioni di dollari (circa 1.000 crore di rupie) attraverso queste truffe di criptovalute”.

L’interesse crescente degli investitori attira i malintenzionati

Secondo quanto riferito, la società è stata contattata da alcune di queste vittime. Sasi ha aggiunto: “Man mano che gli investitori si concentrano sui mercati delle criptovalute, anche i truffatori e gli imbroglioni rivolgono la loro attenzione a loro”.

Il rapporto sottolinea: “Questa campagna su larga scala attira individui incauti in un’enorme truffa di gioco d’azzardo. Molti di questi siti web fasulli si spacciano per “CoinEgg”, una legittima piattaforma di trading di criptovalute con sede nel Regno Unito.

Il crimine organizzato viene condotto attraverso domini di phishing e applicazioni di criptovalute false. In precedenza, la società di AI aveva osservato che “non esistono politiche che impongano ai fornitori di servizi di monitorare o eliminare gli URL dannosi”, facendo ricadere l’onere della sicurezza online sugli utenti.

Sasi ha aggiunto: “A lungo termine, è indispensabile la collaborazione tra le borse di criptovalute, i fornitori di servizi Internet (ISP) e le cellule della criminalità informatica per aumentare la consapevolezza e agire contro i gruppi di minaccia”.

Annunci di criptovalute e siti di phishing

L’anno scorso, Check Point Research (CPR) aveva anche spiegato nei suoi risultati che gli annunci sui motori di ricerca prendevano efficacemente di mira gli utenti dei portafogli di criptovalute, rubando le password dei portafogli per ottenere l’accesso ai fondi di criptovaluta. Inoltre, CPR aveva anche scoperto che diversi siti web di phishing sembravano repliche esatte dei siti web originali. Ad esempio, il sito “phantom.app”, che è il sito ufficiale del portafoglio Phantom, presentava varianti di phishing false, come “phanton.app” o “phantonn.app”, o addirittura con estensioni diverse, secondo il CPR.

Nel frattempo, CloudSEK richiama anche l’attenzione sulle tendenze di truffa sulle piattaforme di social media da parte di imitatori. Il rapporto ha rilevato che “il profilo condivide anche un credito di 100 dollari, come regalo a una particolare borsa di criptovalute, che in questo caso è un duplicato di una borsa di criptovalute legittima”.

In particolare, i malintenzionati convincono gli utenti di guadagni sostanziali sui loro investimenti iniziali, ma bloccano i conti al momento dei tentativi di prelievo. Il rapporto aggiunge: “Per recuperare i beni congelati, chiedono alle vittime di fornire informazioni riservate, come carte d’identità e dati bancari, via e-mail. Questi dati vengono poi utilizzati per perpetrare altre attività nefaste”.

Binance promuove l’educazione alle criptovalute per combattere le truffe

In una recente intervista al Financial Express, Tigran Gambaryan, VP, Global Intelligence and Investigations di Binance, ha sottolineato come il più grande exchange per volume suggerisca di combattere le truffe di criptovalute.

Gambaryan ha dichiarato al giornale: “L’informazione e l’educazione sono tra le migliori difese contro le frodi e le truffe”. “Colmare il divario di conoscenza è un fattore essenziale quando si tratta di criptovalute. Gli utenti hanno il diritto di ricevere informazioni accurate sugli asset crittografici, senza il timore di essere vittime di pubblicità scorrette o ingannevoli”, ha aggiunto.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here