Gli afflussi dagli scambi di Bitcoin ed Ethereum suggeriscono che i ribassi sono tutt’altro che terminati

Bitcoin ed Ethereum sono stati in prima linea nei sell-off di mercato innescati dal crollo degli UST. Da allora, i venditori hanno continuato a dominare il mercato e, anche se gli acquirenti si sono mossi in modo significativo, continua a essere un mercato di venditori. Si sperava in un’inversione di tendenza con l’inizio della nuova settimana. Tuttavia, l’andamento degli afflussi e dei deflussi ha indicato che i sell-off potrebbero continuare ancora a lungo.

Gli afflussi di Bitcoin ed Ethereum rimangono elevati

Lunedì si sono registrate alcune inversioni incoraggianti nei prezzi dei principali asset digitali dello spazio. Tra questi, il Bitcoin ha recuperato 30.000 dollari, mentre Ethereum si è riportato nuovamente sopra i 2.000 dollari. Tuttavia, questo non avrebbe fatto altro che peggiorare una situazione già negativa, dato che i venditori hanno incrementato gli afflussi negli scambi per realizzare alcuni guadagni.

Il risultato è stato un afflusso di oltre 1,1 miliardi di dollari in BTC negli scambi in un solo giorno. Si è trattato di un’inversione di tendenza rispetto al giorno precedente, in cui i flussi netti in uscita hanno superato ancora una volta quelli in entrata. Lunedì è andata molto peggio: gli scambi centralizzati hanno registrato afflussi netti di 67 milioni di dollari in un solo giorno.

Lo stesso è avvenuto per la seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato, Ethereum, i cui flussi netti sono stati anch’essi positivi, superando addirittura quelli del Bitcoin. L’ETH ha registrato un afflusso di scambi pari a 589,4 milioni di dollari in un periodo di 24 ore, mentre i deflussi sono stati pari a 497,4 milioni di dollari. Il risultato è stato un flusso netto di 92 milioni di dollari. Ciò indica che i venditori di ETH sono ancora più numerosi di quelli di bitcoin. Pertanto, il declino dell’asset digitale al di sotto dei 2.000 dollari era atteso.

Bitcoin price chart from TradingView.com

Il giocatore di BitStarz ottiene una vincita record di 2.459.124 dollari! Potresti essere tu il prossimo grande vincitore? Il prezzo del BTC scende sotto i $30.000 | Fonte: BTCUSD su TradingView.com

Ripresa in vista?

Le tendenze di afflusso e deflusso si alternano ormai da tempo. Ciò è evidente solo negli ultimi due giorni, in cui i flussi netti sono stati negativi un giorno e positivi il giorno successivo. In base a questa tendenza, è possibile dedurre che potrebbe esserci un’inversione di tendenza dopo la giornata di trading di martedì.

In alternativa, una delle conseguenze di un calo dei prezzi è sempre stata la ricerca da parte degli investitori dell’opportunità di approfittare dei prezzi più bassi. Questo porta sempre a un aumento dei deflussi, in quanto più investitori accumulano token. Un altro indicatore che suggerisce un’inversione di tendenza è l’andamento dei flussi in entrata e in uscita di USDT. I flussi netti di USDT continuano a essere positivi, il che è positivo per il mercato. Ciò dimostra che gli investitori stanno portando più fondi nelle borse centralizzate per poter acquistare e accumulare più token.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here