Gli exchange di criptovalute affronteranno più controlli, dice il presidente della SEC

Il presidente della SEC Gary Gensler ha detto che l’autorità di regolamentazione esaminerà più da vicino gli scambi nel 2022. Questo arriva in un momento in cui i regolatori di tutto il mondo stanno esaminando gli scambi di criptovalute. Il presidente della United States Securities and Exchange Commission (SEC) Gary Gensler, in una conferenza stampa virtuale il 19 gennaio, ha detto che gli scambi di criptovalute affronteranno più controlli da parte dell’agenzia nel 2022. L’obiettivo è quello di garantire che gli investitori ricevano protezione nello stesso modo in cui lo fanno per altre classi di attività.

Gensler ha parlato a lungo di una migliore protezione degli investitori per la classe di attività e l’ha resa una priorità assoluta nell’agenda normativa della SEC. Il rispetto delle leggi sui titoli è una parte importante di questo sforzo, e Gensler ha fatto osservazioni allo stesso in un discorso durante il 2021 novembre. Il presidente della SEC ha detto che il personale della SEC sta ora esaminando i modi per garantire che gli scambi assicurino il rispetto delle leggi di protezione degli investitori,

“Ho chiesto al personale di cercare ogni modo per far entrare queste piattaforme all’interno del mandato di protezione degli investitori. Se le piattaforme di trading non entrano nello spazio regolamentato, sarebbe un altro anno in cui il pubblico sarebbe vulnerabile”.

Il discorso ha anche visto Gensler parlare di un possibile cambiamento delle regole che porterebbe i fondi hedge a rivelare se hanno acquisito almeno il 5% delle azioni di una società pubblica. Queste osservazioni sono indicative di una maggiore attività della SEC nei mercati.

Dall’inizio della pandemia, i mercati mondiali sono stati scossi da controversie e movimenti di investitori al dettaglio che hanno dimostrato di avere un impatto considerevole sui mercati. Le criptovalute condividono alcune caratteristiche con quelle tendenze, e non sorprende che il regolatore voglia una maggiore applicazione delle regole per accompagnarle.

Altri paesi stanno già guardando gli scambi

La storia della regolamentazione degli scambi non è nuova, con molti altri paesi già ben avviati con i loro tentativi. La Corea del Sud ha imposto che gli scambi siano sottoposti a registrazione per ricevere una licenza. Gli Stati Uniti sono abbastanza indietro in questo senso, ma Gensler ha dettagliato una potenziale strada per la regolamentazione.

Oltre alla protezione degli investitori, le autorità sono preoccupate che gli scambi possano essere un passaggio verso l’uso di fondi per scopi illeciti. A tal fine, sono stati attenti al fatto che le borse implementino processi di KYC.

Ma la regolamentazione potrebbe fare più bene al mercato nel lungo periodo. Il capo del crypto exchange australiano BTC Markets lo crede, anche se il CEO di Kraken teme che un’eccessiva regolamentazione possa essere dannosa. In ogni caso, è chiaro che il 2022 sarà un anno fondamentale per la regolamentazione.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here