Goldman Sachs offre il suo primo prestito “Bitcoin-Backed

Wall Street sta muovendo i suoi piedi più vicini alla crittografia, come Goldman Sachs ha offerto il suo primo prestito garantito da bitcoin giovedì, secondo Bloomberg News. Lo strumento di prestito garantito ha permesso a un mutuatario di utilizzare bitcoin (BTC) come garanzia per un prestito in contanti. In questo accordo, un possessore di bitcoin è in grado di ottenere denaro fiat – dollari statunitensi in cambio di mettere il loro BTC come garanzia alla banca.

Di conseguenza, se il prezzo del bitcoin scende, al mutuatario può essere richiesto di aumentare il suo collaterale. Nel caso in cui non riescono a mettere il collaterale necessario, rischiano la liquidazione.

Goldman Sachs si unisce a una lista crescente

Mentre Bloomberg non ha riportato i dettagli specifici del prestito, un portavoce di Goldman Sachs ha definito la natura del prestito “interessante”, a causa della sua struttura e della gestione del rischio 24/7. Recentemente i prestiti sostenuti da bitcoin sono diventati popolari tra le società di estrazione di bitcoin, in quanto le aziende che guadagnano entrate in BTC, hanno anche bisogno di pagare le loro spese generali e costi operativi in dollari USA o altre valute.

Goldman Sachs ora segue altri conglomerati finanziari tradizionali, tra cui BlackRock (BLK), che ha partecipato a un round di finanziamento di 400 milioni di dollari per il creatore di stablecoin USDC Circle.

Immobili sostenuti da criptovalute

A febbraio, Propy ha fatto le onde negli Stati Uniti dopo aver venduto una casa in Florida che è diventata la prima NFT sostenuta da beni immobili negli Stati Uniti. La casa, situata a Tampa, in Florida, è stata venduta per 653.163 dollari (210 ETH).

Questa settimana, la piattaforma immobiliare blockchain, Propy ha annunciato che i clienti sono ora in grado di mettere i propri beni digitali come garanzia per gli acquisti immobiliari effettuati attraverso Abra Borrow, un servizio di prestito e prestito di criptovalute. La criptovaluta che viene data in pegno su Abra viene poi utilizzata per prendere in prestito dollari statunitensi che possono poi essere applicati agli acquisti di case.

Indipendentemente da come viene effettuata la transazione (fiat, crypto, o NFTs), viene comunque registrata sulla blockchain, che alla fine serve come quadro legale e tecnico per tutti gli acquirenti della transazione

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here