Grayscale punta all’espansione nel mercato europeo

Il più grande gestore di asset digitali del mondo, Grayscale, si sta preparando per l’espansione nell’affollato mercato europeo. Secondo il CEO, Michael Sonnenshein, la società sta negoziando con diversi potenziali partner europei per lanciare una serie di progetti pilota in diversi paesi. “Anche se l’UE è unificata, non vediamo l’intero mercato europeo come un unico mercato”, ha detto Sonnenshein. “Invece, saremo molto attenti, molto metodici su ciascuno dei centri finanziari e hub finanziari in cui alla fine lanceremo, perché riconosciamo la differenziazione dei comportamenti e degli atteggiamenti degli investitori e dei regimi normativi”.

Il mercato europeo degli ETP è fiorente

Il mercato europeo è costituito da molti prodotti ETP, che permettono l’esposizione ai mercati di cripto-asset senza l’esposizione alla loro volatilità intrinseca. Secondo i dati Bloomberg, il mercato ETP in Europa vale 7,1 miliardi di dollari, con oltre 80 offerte di ETP di criptovalute, 60 delle quali sono state lanciate prima del 2022. Il primo prodotto crypto ETP è stato lanciato in Europa cinque anni fa.

Valour, una società svizzera, ha recentemente lanciato due ETP, Valour Terra e Valour Avalanche, sul Nordic Growth Market. Fidelity International, che ha aperto la strada rendendo possibile l’aggiunta di criptovalute a un portafoglio 401(k), ha lanciato il Fidelity Physical Bitcoin sulla Deutsche Börse in Germania e la SIX Exchange in Svizzera.

WidomTree ha lanciato tre crypto ETP sugli stessi scambi di Fidelity, sostenuti da Cardano, Solana e Polkadot, il mese scorso, con piani per una quotazione francese e olandese.

FTX e CoinShares hanno recentemente quotato un prodotto Solana exchange-traded sulla borsa Xetra in Germania tramite la nuova unità istituzionale di FTX, FTX Access. E il Canada, che ha approvato Purpose Bitcoin ETF l’anno scorso, è sede di 17 ETP, gli Stati Uniti tre, e l’America Latina 17.

Grayscale non ha ancora fortuna oltre lo stagno

Grayscale, tuttavia, finora non ha avuto successo nel lanciare un ETF bitcoin spot negli Stati Uniti. È impegnata in una battaglia ben segnalata con la Securities and Exchange Commission (SEC) negli Stati Uniti sulla conversione del suo Grayscale Bitcoin Trust da 30 miliardi di dollari in un ETF bitcoin spot.

Tale approvazione probabilmente accelererebbe gli investimenti in fondi cripto, per un valore di 120 miliardi di dollari, entro il 2028, ha rilevato Bloomberg Intelligence .

La SEC ha detto che si pronuncerà sulla questione nel luglio 2022. Se dovesse negare la domanda, Sonnenshein ha indicato che Grayscale considererebbe un’azione legale contro l’agenzia.

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here