I democratici statunitensi chiedono un giro di vite sul mining di criptovalute in una lettera ai regolatori

I democratici del Congresso hanno chiesto a due agenzie federali di intervenire sul mining di Bitcoin, citando l’aumento del consumo energetico.

I senatori hanno espresso preoccupazione per il crescente consumo di energia delle società di mining di criptovalute: il consumo energetico delle sette grandi aziende è sufficiente ad alimentare tutte le abitazioni di Houston, in Texas.

Il problema è aggravato dal fatto che ognuna delle aziende ha sviluppato piani elaborati per aumentare la capacità produttiva con la sfida delle emissioni di carbonio ancora sul tavolo, hanno detto i legislatori preoccupati.

Sei legislatori, guidati dalla senatrice Elizabeth Warren, hanno implorato Michael Regan, amministratore dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA), e Jennifer Granholm, segretario del Dipartimento dell’energia, di collaborare per contenere il fiorente settore.

I democratici incolpano il divieto della Cina per l’aumento

I senatori hanno osservato che le operazioni di criptovaluta nel Paese hanno subito un’impennata a seguito del giro di vite cinese nell’estate del 2021, quando i minatori hanno fatto degli Stati Uniti la loro nuova casa.

“Nonostante questi impatti negativi del mining di criptovalute, i regolatori statali e federali attualmente sanno poco della portata del problema”, si legge nella lettera inviata alle agenzie.

Le due agenzie sono state invitate a fornire ai legislatori, entro il 15 agosto, una descrizione scritta della loro autorità di raccogliere i dati delle imprese di estrazione.

New York ne ha già abbastanza

Le attività dei minatori di criptovalute hanno avuto un effetto negativo sui prezzi dell’energia a New York, costringendo la città a introdurre la prima moratoria di 18 mesi sulle operazioni di mining di criptovalute.

Un recente studio di Berkeley ha rilevato che “la domanda di energia delle operazioni di mining di criptovalute nel nord dello Stato di New York ha fatto aumentare le bollette elettriche annuali di 165 milioni di dollari per le piccole imprese”.

Non è la prima volta che il Congresso incarica le agenzie federali di controllare le attività delle società di mining. Ad aprile, Jared Huffman e altri 22 membri del Congresso hanno esposto il loro punto di vista all’EPA sugli effetti nocivi del mining di criptovalute sull’ambiente.

La lettera ha suscitato la risposta di sostenitori di Bitcoin come Michael Saylor e Jack Dorsey, che hanno cercato di “sfatare i miti” in difesa del mining di criptovalute. Per ridurre l’impatto ambientale, alcune aziende minerarie sono ricorse all’utilizzo di rifiuti di carbone, mentre altre utilizzano gas di scarico per alimentare i loro impianti di estrazione.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here