I prodotti di investimento Bitcoin hanno perso terreno nel 2021: Rapporto di prospettiva di CryptoCompare

Il rapporto 2022 CryptoCompare Outlook rivela che il 2022 sarà probabilmente un anno di NFT, DeFi e regolamentazione, così come la crescita istituzionale. Tra le intuizioni più notevoli c’è il fatto che i prodotti basati sul bitcoin hanno perso un po’ della loro dominanza nel 2021 mentre gli investitori istituzionali iniziano a rivolgersi ad altre attività.

Il rapporto 2022 CryptoCompare Outlook è stato rilasciato, e svela alcune intuizioni su come il mercato si sta sviluppando. Il rapporto copre le dinamiche di mercato e le tendenze in evoluzione nello spazio cripto, alcune molto evidenti e altre meno. CryptoCompare è un fornitore globale di dati sul mercato delle criptovalute che fornisce agli investitori retail e istituzionali dati di mercato storici e in tempo reale.

Il dominio degli investimenti in Bitcoin si abbassa

Chiamando il 2021 un “punto di inflessione per l’industria delle criptovalute”, CryptoCompare ha detto che è stato un anno in cui più sotto-settori hanno visto una crescita espansiva insieme alla crescita dell’adozione istituzionale. Estrapola dalle tendenze recenti per speculare sulle tendenze e gli sviluppi per il prossimo anno.

Notando che le economie mondiali hanno sofferto molto a causa della pandemia, il rischio dei mercati è aumentato. Questo cambiamento macroeconomico è stato accompagnato da un maggiore interesse nel mercato delle criptovalute, ma anche questo ha dimostrato di avere dei rischi.

Tuttavia, uno sviluppo particolarmente interessante è il fatto che il dominio dei prodotti istituzionali basati su bitcoin è sceso dal 74,9% al 67,8% in AUM nel 2021. Tuttavia, nel complesso, più investitori istituzionali hanno preso a cripto, in particolare altri asset. L’AUM totale delle attività crypto è cresciuto di 36 miliardi di dollari a 58 miliardi di dollari nel corso dell’anno.

Per quanto riguarda le principali tendenze, si aspetta di vedere nel 2022, NFT e Web3 sono prevedibilmente le prime menzioni. Entrambi questi sotto-settori hanno sperimentato un 2021 storico, raggiungendo il mainstream e attirando l’attenzione di celebrità e altre figure di spicco. Gli NFT hanno visto una crescita di 15 volte nel 2021 e sono stati particolarmente notevoli nel lasciare un segno nel mondo più ampio.

La regolamentazione diventerà uno sviluppo chiave nel 2022

CryptoCompare non crede che la regolamentazione diminuirà nel 2022 e questo è certamente vero. Il ritmo della regolamentazione si è moltiplicato nel 2021, con divieti, regimi fiscali e registrazioni in vigore in tutto il mondo.

Con la corsa al toro del 2021 e l’ascesa delle monete meme, i regolatori non hanno avuto altra scelta che intervenire e garantire la protezione degli investitori. Tuttavia, l’approccio normativo specifico è variato da paese a paese. La Cina, per esempio, ha vietato le criptovalute, mentre alcuni hanno permesso al mercato di esistere ma con restrizioni.

La regolamentazione avrà un enorme impatto su come il mercato si sviluppa, ma per la maggior parte, le cose sembrano ottimistiche. Alcuni regolatori vedono del potenziale nelle criptovalute, anche se vogliono assicurarsi che non ci sia spazio per frodi, truffe e il finanziamento di attività illecite.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here