I ‘sociopatici squilibrati’ e l’aumento della disoccupazione possono sistemare l’economia statunitense

L‘ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Larry Summers, ha dichiarato che i tassi di disoccupazione devono aumentare per frenare l’inflazione e sistemare l’economia, provocando una forte reazione da parte della comunità cripto.

L’autore Saifedean Ammous, che ha scritto The Bitcoin Standard, è stato il principale tra coloro che hanno reagito con rabbia ai commenti di Summers, etichettando l’ex Segretario del Tesoro e il resto della sua schiera di keynesiani come “sociopatici squilibrati”.

L’economia deve affrontare un’inflazione elevata

La crisi arriva mentre i consumatori statunitensi si trovano ad affrontare significative pressioni finanziarie, con un’inflazione che attualmente è ai massimi da oltre 40 anni. Nonostante ciò, il tasso di disoccupazione si attesta attualmente al 3,6%. Secondo Summers, per risolvere i problemi dell’inflazione sarebbe necessario che il tasso di disoccupazione superasse il 5% per cinque anni.

Secondo Summers, per ottenere un aumento della disoccupazione la Federal Reserve (Fed) dovrebbe perseguire una stretta monetaria più severa e più rapida, aumentando significativamente i tassi di interesse. Summers, che è stato segretario dal 1999 al 2001, ha paragonato il compito a quello affrontato dall’ex presidente Paul Volcker.

“Gli Stati Uniti potrebbero aver bisogno di una stretta monetaria così severa come quella che Paul Volcker ha attuato alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80”, ha dichiarato Summers, come riportato da Bloomberg. “Abbiamo bisogno di cinque anni di disoccupazione superiore al 5% per contenere l’inflazione. In altre parole, abbiamo bisogno di due anni di disoccupazione al 7,5% o di cinque anni di disoccupazione al 6%, o di un anno di disoccupazione al 10%”.

Summers ha poi messo in dubbio che il presidente in carica della Fed, Jerome H. Powell, abbia la forza d’animo necessaria per intraprendere tutte le azioni necessarie. “La nostra banca centrale è pronta a fare ciò che è necessario per stabilizzare l’inflazione, se fosse necessario qualcosa di simile a quello che ho stimato?”.

Sociopatici squilibrati

I commenti incendiari di Summers sono stati pronunciati in un discorso tenuto a Londra, ma mentre l’economista ha cercato di sottolineare che si tratterà di “decisioni difficili”, la discussione sulla disoccupazione come se fosse solo un’altra leva finanziaria non è piaciuta ad alcuni.

Saifedean Ammous è stato uno di quelli particolarmente scontenti. Ammous ha scritto su Twitter per inveire contro i keynesiani come Summers, che ha definito “sociopatici squilibrati” che pensano che l’inflazione possa essere affrontata “aumentando la disoccupazione tra i poveri e rovinando le loro vite”.

Ammous ritiene che una strategia migliore per l’economia sarebbe quella di smettere di stampare denaro.

“I keynesiani pensano che la stampa di denaro non causi inflazione”, ha detto Ammous. Il loro sistema economico ideale dovrebbe oscillare tra boom inflazionistici che arricchiscono i ricchi e crolli deflazionistici che impoveriscono i poveri”.

“I criminali keynesiani pensano davvero che mettere i poveri fuori dal lavoro, abbassare i loro salari e renderli indigenti contribuirà a mantenere i prezzi bassi, ma nessuna spesa pubblica o salvataggio bancario è mai troppo”.

Ammous ha dichiarato che dovrebbero esserci “processi di Norimberga economici” per chiunque “promuova la propaganda keynesiana” e ha concluso che essere un completo idiota non sarebbe una difesa accettabile.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here