Il co-fondatore di Polygon affronta le preoccupazioni per la centralizzazione e le truffe in uscita

Il co-fondatore di Polygon Mihailo Beljic ha risposto alle critiche sulla centralizzazione in un lungo thread su Twitter. Ha anche detto che il team sta lentamente lavorando verso la rimozione del contratto multi-sig. Il co-fondatore di Polygon Mihailo Beljic, in risposta alle preoccupazioni che circondano la centralizzazione, ha pubblicato una serie di tweet il 15 febbraio discutendo la questione. Beljic stava rispondendo al fondatore e CIO di CyberCapital, Justin Bons, che ha detto che Polygon nel suo stato attuale non era sicuro e centralizzato.

In particolare, Bons ha detto che ci vorrebbero solo cinque persone per compromettere i circa 5 miliardi di dollari che erano sulla rete. Si è anche spinto a dire che “Questo è uno dei più grandi hack o truffe di uscita che aspettano solo di accadere”.

La chiave di amministrazione del contratto intelligente Polygon è un contratto multi-sig, che come Beljic nota, è per aumentare la sicurezza, non per diminuirla. Bons, però, dice che Polygon è stato completamente opaco “in termini di sicurezza operativa e rituale crittografico intorno alla creazione di questo multisig”. La trasparenza era la sua preoccupazione principale.

Nella sua risposta, Beljic ha detto che il team di sviluppo stava lavorando per rimuovere il multisig, e poi ha indicato un recente rapporto sulla trasparenza del multisig, che ha fornito dettagli sui firmatari. Ha parlato delle critiche di Chris Blec a Polygon, che ha respinto e definito,

“una persona abusiva che ha sistematicamente molestato i fondatori di Uniswap, Polygon e diversi altri progetti”.

Beljic afferma che le multi-sig sono utilizzate nelle prime fasi di sviluppo per assicurare i fondi degli utenti e ha ricordato ai lettori che quasi ogni progetto di scaling e bridging lo ha utilizzato. Per affrontare le preoccupazioni, alcuni hanno detto che il protocollo deve passare a una governance completamente decentralizzata.

Quali soluzioni tra le critiche di Polygon?

Per diventare completamente decentralizzato, la chiave di amministrazione del contratto intelligente dovrebbe essere consegnata ai titolari di MATIC. Questo lo renderebbe un DAO, ma richiederebbe un lungo lavoro. Beljic e il team di Polygon hanno notato le loro intenzioni di farlo, ma hanno detto che è un obiettivo che sarebbe stato raggiunto gradualmente. I sostenitori di Polygon hanno detto che questo deve essere il caso perché ci sono maggiori possibilità che si verifichino bug se la migrazione dovesse avvenire.

Polygon ha affrontato alcune critiche negli ultimi tempi. Nel dicembre 2021, un exploit che avrebbe potuto mettere a rischio 9 miliardi di token MATIC è stato patchato. È stato anche notato che i primi 100 indirizzi detengono oltre il 90% della fornitura di MATIC.

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here