Il mercato NFT registra un numero decrescente di acquirenti

Gli ultimi mesi sono stati turbolenti per il mercato NFT, e i numeri indicano una tendenza fiacca in termini di acquirenti interessati. Il numero di acquisti unici non fungibili è sceso sotto gli 800.000, interrompendo un trend di tre mesi, in quello che l’aggregatore di dati CryptoSlam si riferisce a un “mini-mercato degli orsi”. Secondo i dati di CryptoSlam, il numero di acquirenti unici NFT è diminuito del 13% a febbraio dal record del mese precedente. Questa è la prima volta da ottobre che gli acquirenti scendono sotto il livello di 800.000.

Durante un mercato orso, il prezzo di un bene scende per un lungo periodo di tempo Un mercato orso o correzione del mercato orso si è verificato quando i prezzi delle azioni sono diminuiti di almeno il 25% dai recenti massimi. Febbraio ha anche sperimentato un calo del 40% nel volume delle vendite rispetto ai 4,4 miliardi di dollari del mese precedente, che è sceso appena sotto il record di 4,5 miliardi di dollari di agosto.

Il mercato NFT messo alla prova

Con l’incertezza che circonda i mercati globali a causa dell’attuale conflitto in Ucraina, molti investitori NFT sperano che la nuova classe di asset digitali possa dimostrare la sua utilità agli investitori nello stesso modo in cui il bitcoin ha fatto durante il crollo del mercato indotto dalla pandemia nel marzo 2020.

Come risultato del declino dei volumi di trading NFT, le reti blockchain che servono gli NFT hanno visto un calo del volume delle vendite. Solo due delle 12 reti, secondo CryptoSlam, hanno visto una crescita nelle ultime 24 ore.

Totale crypto market cap a 1,792 trilioni di dollari nel grafico giornaliero | Fonte: TradingView.com

Arbitrum e Flow hanno guadagnato rispettivamente il 538% e il 20%. Il resto del mercato, che include Avalanche, BSC, Solana, Ethereum e Cronos, ha registrato perdite. “Storicamente, i mercati orso in NFT sono stati brevi, e con l’aumento di 70 volte delle vendite di NFT dal novembre 2020, ci si aspetta un raffreddamento”, ha detto a Forkast il chief marketing officer di CryptoSlam Yohann Calpu.

Ci sarà un ritorno?

Lo spazio NFT è composto dalla cripto-comunità, con coloro che guadagnano da esso desiderosi di contribuire. “Molto è il supporto per le esperienze degli artisti, o qualcuno ha venduto qualche lavoro e ha fatto abbastanza bene, e vogliono restituire alla comunità e all’ecosistema”, spiega l’amministratore delegato e co-fondatore di KnownOrigin Labs David Moore.

Nel frattempo, il calo del volume degli scambi non è sempre motivo di preoccupazione. Data la forte performance di NFT a gennaio, gli esperti dicono che una flessione è solo naturale. Tuttavia, c’è ancora motivo di essere nervosi, soprattutto per coloro che hanno investito pesantemente su questa classe di attività, considerando il calo di interesse per gli NFT.

Un’occhiata alle tendenze di Google rivela che anche le ricerche per gli NFT sono diminuite. Rispetto ai picchi di fine gennaio, il volume di ricerca per gli NFT è diminuito del 60-70%.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here