Indicatore ribassista: Il Bitcoin è diretto verso la nona chiusura settimanale in rosso?

Questa settimana il Bitcoin è entrato nella storia registrando l’ottava chiusura settimanale consecutiva in rosso. Questa striscia, la prima nel suo genere, ha consolidato l’asset digitale in una delle peggiori tendenze ribassiste mai registrate. Ora, anche se la settimana si avvia verso un’altra chiusura, la criptovaluta non è riuscita a recuperare in modo significativo, indicando che potrebbe non essere finita la sua striscia ribassista.

Bitcoin verso la nona chiusura in rosso?

Con il bitcoin ancora scambiato ben al di sotto dei 30.000 dollari, non è azzardato ipotizzare che l’asset digitale possa chiudere in rosso anche questa settimana. Se così fosse, si batterebbe il record precedente, facendo precipitare il mercato in un trend ribassista ancora peggiore. Nove chiusure settimanali consecutive dimostrerebbero che i tori hanno principalmente abbandonato il controllo del mercato, il che significa che gli orsi hanno il margine di manovra per far scendere ulteriormente il mercato.

Questo, unito all’aumento dei tassi di interesse da parte della Fed, ha reso gli investitori più cauti riguardo agli investimenti finanziari. In questo modo, si sono orientati verso opzioni di investimento più ‘stabili’. Con questo denaro che abbandona il mercato, il bitcoin ha poche possibilità di invertire la tendenza attuale.

Anche se il bitcoin ha rappresentato un rifugio sicuro dal bagno di sangue delle altcoin, ciò non significa che l’asset digitale stesso non abbia subito perdite. NewsBTC ha riferito che, sebbene il bitcoin abbia registrato la migliore performance di tutti gli indici, la criptovaluta è ancora in calo del 24% rispetto all’inizio del mese. Questo calo di prezzo significa che gli investitori non sono ancora così ottimisti nei confronti della criptovaluta pioniera.

Bitcoin price chart from TradingView.com

Il giocatore di BitStarz ottiene una vincita record di 2.459.124 dollari! Potresti essere tu il prossimo grande vincitore? Il prezzo del BTC scende a $28.000 | Fonte: BTCUSD su TradingView.com

Cosa dicono gli indicatori

Per il bitcoin, il mantenimento al di sopra della media mobile a 50 giorni è sempre stato un indicatore rialzista. Per questo motivo l’attuale valore di scambio della criptovaluta non promette nulla di buono. Ad esempio, il bitcoin si trova a oltre 9.000 dollari al di sotto della sua media mobile a 50 giorni. Per consolidare una tendenza alla ripresa, non solo dovrebbe muoversi al di sopra di questo punto, ma dovrebbe anche stabilire un supporto significativo al di sopra del livello di 40.000 dollari. Ciò significa che il bitcoin dovrebbe recuperare il 37% per raggiungere questo obiettivo

Sebbene ciò non sia fuori dal campo delle possibilità, i flussi di scambio mostrano che è molto improbabile che ciò accada. Solo nelle ultime 24 ore, gli afflussi dagli scambi di BTC hanno superato i deflussi di 7,5 milioni di dollari, dimostrando che la tendenza al sell-off continua a rafforzarsi.

A meno che questa tendenza al sell-off non possa essere arrestata e trasformata in una tendenza all’accumulo, un recupero del 37% rimane fuori dal quadro del bitcoin. Insieme al sentimento di estrema paura che si respira nello spazio, è più probabile che il BTC tocchi sotto i 25.000 dollari prima di stabilire un supporto sopra i 40.000 dollari.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here