La Federal Reserve controlla le criptovalute e i prezzi degli asset: Analista di Wall Street

Un analista di mercato senior ha parlato dell’influenza che la Federal Reserve statunitense esercita sui prezzi delle criptovalute e degli asset in generale attraverso le sue discutibili politiche monetarie.

Intervenendo al “Best Business Show” di Anthony “Pomp” Pompliano il 20 giugno, l’analista di mercato senior di Cubic Analytics, Caleb Franzen, ha spiegato agli spettatori come la Federal Reserve controlli i prezzi degli asset.

Alla domanda sulle correlazioni tra un ampio spettro di asset e l’attuale contesto economico, ha risposto che i rendimenti e i prezzi degli asset hanno una correlazione inversa.

Con l’inasprimento della politica monetaria da parte della Fed e l’aumento dei rendimenti dei Treasury, gli asset di tutti i settori stanno cedendo.

“In questo contesto abbiamo visto i prezzi degli asset su tutta la linea, che si tratti di azioni o di Bitcoin e criptovalute, o anche di titoli di Stato nel mercato obbligazionario, tutto sta cedendo”.

Finché non si assisterà a un cambiamento formale nell’ambiente dei rendimenti, non ci sarà un mercato toro, ha aggiunto.

Gli analisti finanziari sono generalmente dell’opinione che le cose non miglioreranno per i mercati delle criptovalute fino a quando la situazione macroeconomica monetaria non sarà sotto controllo, il che significa più rialzi dei tassi e un forte calo dell’inflazione.

Poiché attualmente l’inflazione è ai massimi da quattro decenni (8,6%), è improbabile che ciò accada per molti mesi, nonostante i tentativi della Fed. Ci sono voluti circa 18 mesi dalla prima volta che ha superato l’obiettivo del 2% per raggiungere i livelli catastrofici di oggi.

Franzen ha dichiarato che la Fed è in ritardo rispetto alla curva in questo contesto, per cui se i dati sull’inflazione dovessero registrare un’inversione di tendenza, potrebbe trattarsi di una “prefigurazione generale di un’inversione di tendenza nel contesto della politica monetaria”.

Ancora nessuna primavera delle criptovalute

Confrontando le attuali condizioni di mercato con il mercato orso delle criptovalute del 2018, il fondo è stato raggiunto a dicembre, quando la Fed ha formalmente messo in pausa i suoi rialzi dei tassi. La mossa ha coinciso con un crollo massiccio dei mercati azionari nello stesso mese.

Un crollo simile si è verificato nel marzo 2020, quando la Fed ha dichiarato che avrebbe fornito un sostegno infinito al sistema monetario e finanziario. Al contrario, i mercati delle criptovalute hanno raggiunto il massimo nel novembre 2021, quando la Fed ha annunciato il tapering.

“È una metrica molto semplice e grezza per capire dove andranno i prezzi degli asset in futuro, ma è stata molto accurata in questo paese delle meraviglie monetarie in cui ci troviamo”.

Il fondatore e CEO di Compound Capital Advisors Charlie Bilello ha parlato con Pomp qualche giorno prima con una previsione e un’analisi simile. L’analista di Wall Street ha anche affermato che la Federal Reserve è molto influente sui prezzi degli asset e sui cicli di mercato, confermando di essere molto indietro rispetto alla curva.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here