La Russia sviluppa un sistema blockchain per sostituire Swift

Sembra che la Russia stia aggirando il divieto di Swift utilizzando la tecnologia blockchain. Il gruppo russo Rostec è un’organizzazione governativa che comprende diverse aziende tecnologiche. Ha annunciato di aver sviluppato una piattaforma blockchain per lanciare un sistema digitale per i pagamenti internazionali in grado di sostituire il sistema globale Swift.

Le banche russe sono state escluse dal sistema SWIFT lo scorso febbraio grazie alle sanzioni imposte dai Paesi occidentali in risposta alla guerra russo-ucraina. Da allora, Mosca sta cercando di trovare un sistema di pagamento finanziario alternativo a SWIFT per proteggere le sue transazioni commerciali con l’estero.

Il sistema digitale di pagamenti internazionali permetterà alla Russia di pagare le importazioni nella sua valuta nazionale, il Rublo, invece che in dollari. Secondo il gruppo Rostec, il nuovo sistema consentirà anche ai Paesi stranieri di pagare le importazioni dalla Russia nelle loro valute nazionali.

Blockchain e criptovalute

La dichiarazione di Rostec afferma che la piattaforma blockchain su cui è stato sviluppato il sistema di pagamenti internazionali, denominata CELLS, è stata sviluppata dal Novosibirsk Institute of Software Systems (NIPS), a sua volta affiliato al gruppo Rostec. La piattaforma è stata progettata per essere in grado di fornire un sistema integrato basato sulla tecnologia distributed ledger.

Secondo il gruppo russo, la piattaforma include tra i suoi elementi centrali un sistema digitale per effettuare pagamenti nelle valute nazionali dei Paesi ad essa associati.

La società afferma che il suo nuovo sistema “potrebbe fornire una reale alternativa ai servizi di pagamento internazionali forniti dal sistema SWIFT”, dal quale le banche russe sono state isolate a causa delle sanzioni occidentali.

Oltre al servizio di pagamenti internazionali, la piattaforma CELLS offre ai suoi utenti la possibilità di creare portafogli per conservare le valute digitali, secondo la dichiarazione.

Russia promette transazioni sicure

Oleg Yevtushenko, amministratore delegato del Gruppo Rostec, ha promesso che il nuovo sistema di pagamento internazionale garantirà “transazioni sicure e ad alta velocità”, affermando che il nuovo sistema digitale può eseguire circa 100.000 transazioni al secondo, con la possibilità di raddoppiare questo numero.

Yevtushenko ha anche spiegato che la funzione di pagamento in valute nazionali locali offerta dal nuovo sistema permetterà agli utenti di aggirare le sanzioni occidentali imposte alla Russia. Il gruppo Rostec si rivolge alle grandi aziende che hanno rapporti commerciali con la Russia, alle autorità governative straniere che fanno affari con Mosca, alle istituzioni finanziarie e alle banche.

Russia: La posizione sulle criptovalute si è spostata

L’annuncio del nuovo sistema arriva pochi giorni dopo che il governo russo ha dichiarato di stare valutando l’adozione delle criptovalute nei pagamenti internazionali. Lo scorso gennaio la Banca centrale russa aveva proposto di vietare l’introduzione e l’uso di tutte le criptovalute.

All’interno del governo russo si sta discutendo sull’idea di utilizzare le criptovalute nei regolamenti commerciali internazionali, ha dichiarato Ivan Chepskov, capo del Dipartimento di politica finanziaria del Ministero delle Finanze russo. Questo è considerato un cambiamento nella posizione russa sulle criptovalute, dato che all’inizio dell’anno la Banca centrale russa aveva messo in guardia dai rischi per il sistema finanziario del Paese. Si sosteneva che le criptovalute minassero la sovranità della politica monetaria del Paese.

Al contrario, lo status giuridico delle criptovalute in Russia rimane in evoluzione e i precedenti sforzi per legalizzarle non hanno dato risultati. Il governo sta facendo pressione per autorizzarle al fine di attrarre investimenti stranieri e far uscire il commercio interno dall’ombra delle sanzioni occidentali.

Avete qualcosa da dire sulla Russia che aggira le sanzioni o altro? Scriveteci o partecipate alla discussione sul nostro canale Telegram. Potete trovarci anche su Tik Tok, Facebook o Twitter.

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here