La startup di Miami “Milo Credit” offre mutui a tasso zero

In una nuova svolta sui mutui immobiliari basati sulla crittografia, i clienti di Milo Credit, una startup con sede a Miami, possono acquistare una proprietà senza acconto, ma devono mettere criptovalute come garanzia.

Piuttosto che pagare la proprietà direttamente con le criptovalute, i mutuatari possono accendere un mutuo con Milo Credit dando in pegno i loro beni digitali. Questo permette ai possessori di criptovalute di prendere in prestito, mantenendo il valore bloccato nelle monete, ed evitando qualsiasi potenziale tassa sulle plusvalenze dovendo incassare.

La criptovaluta data in pegno, che viene trasferita ad un depositario, deve ammontare almeno al valore della proprietà. Nel frattempo, i venditori di proprietà ricevono dollari forniti da Milo.

Con tassi generalmente tra il 3,95% e il 5,95%, più o meno i costi medi di prestito per un mutuo tradizionale di 30 anni, i mutuatari possono anche effettuare pagamenti mensili in cripto o in contanti. Milo ha prestato fino a 10 milioni di dollari sulle case, emettendo lettere di pre-approvazione su 340 milioni di dollari di mutui nell’ultimo mese.

A marzo, Milo ha raccolto 17 milioni di dollari in un round di finanziamento Series-A, guidato dalla società VC M13.

Rischio elevato

Tuttavia, utilizzare un asset così volatile per finanziare un acquisto così significativo è un rischio notevole, secondo John Kerschner, capo dei prodotti cartolarizzati statunitensi per Janus Henderson Investors.

“Un mutuo cripto sembra inefficiente data la volatilità”, ha detto Kerschner. “La gente pensa che Bitcoin andrà sulla luna, ma nessuno pensava che la grande crisi finanziaria o COVID stesse arrivando. Queste cose accadono”.

Per tenere conto della maggiore volatilità della cripto, il mutuatario deve di conseguenza mettere più cripto o contanti se il rapporto cripto-prestito scende sotto il 65%. Tuttavia, se questa cifra scende sotto il 30%, Milo liquida i beni e successivamente li tiene in dollari americani.

Mutui cripto

Mentre l’offerta di prestiti per la casa senza soldi in anticipo e usando solo cripto come garanzia è una prospettiva nuova, i mutui basati su cripto hanno guadagnato popolarità negli Stati Uniti nell’ultimo anno.

La società di pagamenti cripto BlockFi ha offerto prestiti garantiti che i mutuatari possono utilizzare per acquistare proprietà, mentre Unchained Capital, con sede ad Austin, Texas, offre simili prestiti triennali con tassi di interesse fino al 14%. I clienti di Fannie Mae potrebbero anche usare le criptovalute per i loro acconti a partire dall’anno scorso.

I broker immobiliari sono stati sempre più aperti ad accettare le criptovalute come pagamento per le proprietà. Il principale broker di New York Magnum Real Estate Group ha accettato Bitcoin come pagamento per la vendita di 3 negozi al 385 First Avenue a Manhattan nel settembre dello scorso anno.

In precedenza, un attico da 22,5 milioni di dollari a Miami era stato acquistato interamente con criptovalute, il che lo aveva reso il più costoso acquisto immobiliare in cripto fino ad oggi.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Indice dei Contenuti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here