Le autorità sudcoreane intensificano i regolamenti sulle criptovalute per prevenire il ripetersi di Terra (LUNA)

Il Servizio di vigilanza finanziaria (FSS) della Corea del Sud ha avviato indagini sui servizi di gateway di pagamento che operano con asset digitali.

Secondo quanto riportato dai media locali, l’FSS ha chiesto a 157 gateway di pagamento di fornire informazioni sui loro servizi che coinvolgono criptovalute, sulla divulgazione degli asset digitali e sui loro piani. Tuttavia, l’FSS ha riferito che solo 6 gateway di pagamento detengono asset digitali.

La richiesta arriva solo pochi giorni dopo che il governo ha annunciato il lancio di un Comitato per gli asset digitali. Questo in reazione al recente crollo dell’ecosistema Terra, che ha causato a molti perdite miliardarie.

Secondo le informazioni disponibili, ci saranno nuove linee guida per l’industria delle criptovalute che includeranno criteri di screening prima della quotazione di un nuovo asset, monitoraggio degli scambi, monitoraggio del mercato, standard di divulgazione, ecc.

Anche le principali borse del Paese hanno istituito i loro comitati per evitare un altro crash simile a quello di Terra.

Il crollo di Terra sta attirando l’interesse della regolamentazione

Inoltre, l’FSS ha avuto un incontro a distanza con altre autorità di regolamentazione finanziaria della regione Asia-Pacifico. Anche le autorità di Cina, Giappone e Australia hanno partecipato all’incontro ospitato dal Servizio di vigilanza finanziaria indonesiano.

Durante l’incontro, il rappresentante sudcoreano ha affermato che è necessario regolamentare le criptovalute, ampliare il quadro normativo e intraprendere azioni disciplinari.

Tutti questi interventi normativi sono dovuti all’impatto sismico del crollo di Terra-LUNA. Sebbene alcuni investitori abbiano già voltato pagina, le autorità di tutto il mondo lo considerano un campanello d’allarme per inasprire le normative sulle criptovalute.

Anche le autorità sudcoreane stanno indagando su Terraform Labs, la società dietro la rete. Secondo quanto riferito, la squadra di investigazione congiunta sui reati finanziari e sui titoli della Procura del distretto meridionale di Seoul ha convocato tutti i dipendenti di Terraform Labs.

Le autorità stanno cercando segni di manipolazione intenzionale dei prezzi e ritengono che la società sapesse che il crollo sarebbe avvenuto prima o poi. Secondo quanto riportato, un ex dipendente anonimo della società ha già testimoniato in tal senso.

Alcuni investitori hanno anche sporto denuncia contro i fondatori della rete, Daniel Shin e Do Kwon.

Cosa ne pensate di questo argomento? Scriveteci e diteci!

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here