Minatore Ethereum solitario guadagna 170 ETH per il blocco di estrazione

Un minatore Ethereum solitario è riuscito a scoprire un blocco ed è stato in grado di rivendicare l’intera ricompensa di 170,65 ETH. La somma totale guadagnata è stata di quasi 540.000 dollari, una vittoria molto fortunata per il minatore. Un singolo minatore di ETH ha guadagnato 170,65 in ETH (circa $540.000) come ricompensa dopo aver trovato un blocco e averlo estratto autonomamente. Il blocco è stato estratto il 17 gennaio ed è stato un enorme colpo di fortuna per il minatore. Tali casi di mining sono estremamente rari, anche se è successo in passato anche con bitcoin.

Confronta la ricompensa con la ricompensa giornaliera del mining di blocco, che è di circa 13.000 dollari, ed è chiaro che la scala della ricompensa è stupefacente. Il mining di Ethereum non è redditizio per molti, a meno che non abbiano un sistema di mining esteso, e anche in quel caso, non è facile ottenere un profitto decente. Ethereum è in procinto di passare a un meccanismo di consenso proof-of-stake con il suo aggiornamento ETH 2.0. Si tratta di un aggiornamento graduale che probabilmente richiederà un altro anno o giù di lì per essere completato, ma sta già facendo qualche passo avanti. È stato uno degli sviluppi più attesi nello spazio delle criptovalute. Questo non sorprende vista la presenza di Ethereum sul mercato, specialmente nel settore della finanza decentralizzata (DeFi).

La rete Bitcoin è stata anche soggetta a questa irregolarità nelle ricompense di mining quando un singolo minatore ha vinto una gara di blocco per ottenere una ricompensa di 6,25 BTC l’11 gennaio. Il minatore stava operando con solo 126 terahashes al secondo, un hashrate sorprendentemente basso che rappresentava circa lo 0,000073% del tasso di hash totale. Non passerà molto tempo prima che ETH faccia una transizione completa alla palificazione, che dovrebbe cambiare il gioco delle ricompense in modo significativo.

ETH 2.0 dovrebbe rendere le ricompense ETH più eque

Ethereum è nel bel mezzo di una transizione verso un sistema proof-of-stake e molti hanno già iniziato a puntare il loro ETH. Lo staking permette ad un maggior numero di utenti di contribuire alla sicurezza della rete. L’attuale importo minimo di puntata richiesto per diventare un validatore su Ethereum è di 32 ETH (~$100.000), che non è esattamente il più accessibile, ma certamente meglio che gestire un grande setup di mining.

Ethereum ha registrato una forte performance nel 2021, mentre i saldi di scambio di ETH sono scesi ai minimi di tre anni. Quest’ultima è una tendenza che storicamente si è verificata quando gli investitori sono rialzisti su alcuni asset, e ETH 2.0 dovrebbe rendere il possesso di ETH ancora più redditizio. Molti analisti ed esperti stanno prevedendo un forte futuro per Ethereum come risultato degli sviluppi. Il CIO di Pantera ha recentemente dato una previsione che il prossimo decennio potrebbe vedere Ethereum sostenere il 50% delle transazioni finanziarie globali.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here