Opensea licenzia il 20% del personale, citando l’inverno delle criptovalute

Devin Finzer, cofondatore di OpenSea, ha annunciato sul suo account Twitter che la società licenzierà il 20% dei suoi dipendenti.

Finzer ha citato l’inverno delle criptovalute come forza trainante della decisione. Ha detto che la decisione era necessaria “per essere in una posizione solida”. È convinto che il mercato orso porterà molta “innovazione nell’ecosistema”.

“Abbiamo preso la decisione incredibilmente triste e difficile di ridurre le dimensioni del nostro team del ∼20% e oggi diciamo addio a molti dei nostri amici e membri del team di OpenSea. Ciascuna delle persone che se ne vanno ha svolto un ruolo fondamentale nel percorso di OpenSea. Hanno sostenuto i nostri utenti, sostenuto la nostra missione e lavorato intensamente per costruire le fondamenta dello spazio N FT. Sono persone di talento e impegnate che ci mancheranno e che intendiamo trattare con grande attenzione. A coloro che ci lasciano, offriremo una generosa buonuscita, una copertura sanitaria fino al 2023 e una maturazione accelerata delle azioni per coloro che non hanno raggiunto il loro cliff. Aiuteremo anche a trovare un lavoro e apriremo le nostre reti personali per sostenerli come possiamo”.

Finzer ha poi aggiunto: “… la realtà è che siamo entrati in una combinazione senza precedenti di inverno delle criptovalute e di ampia instabilità macroeconomica, e dobbiamo preparare l’azienda alla possibilità di una flessione prolungata… Durante questo inverno, mi aspetto che assisteremo a un’esplosione dell’innovazione e dell’utilità dei NFT… L’inverno è il nostro momento per costruire”.

OpenSea e altri drammi

Oltre ai tagli al personale, OpenSea aveva già avuto alcuni problemi all’interno dell’azienda.

La piattaforma ha subito un hack all’inizio dell’anno, quando PeckShield ha riferito di aver subito il furto di 700 mila dollari in ETH dalla piattaforma.

A maggio è stata annunciata una truffa dall’account Twitter ufficiale di OpenSea. Questa truffa si basava su un falso annuncio in cui si diceva che OpenSea e YouTube avevano collaborato per realizzare una nuova collezione di NFT. Un link offriva presumibilmente un posto nella lista d’attesa per questi NFT. Tuttavia, si trattava solo di una truffa di phishing.

Il 1° luglio, un dipendente di Customer.io, partner di Opensea per la consegna delle e-mail, ha avuto accesso al database del mercato dei token non fungibili (NFT). Ha fatto trapelare le e-mail dei clienti e degli iscritti alla newsletter a una parte esterna non autorizzata.

I clienti sono stati avvertiti che l’incidente potrebbe comportare un “aumento della probabilità di attacchi di phishing via e-mail”. A tutti i clienti che in passato avevano fornito il proprio indirizzo e-mail all’azienda è stato detto di ritenere di essere stati colpiti dalla fuga di notizie.

Avete qualcosa da dire su OpenSea e sull’inverno delle criptovalute, o su qualsiasi altra cosa? Scriveteci o partecipate alla discussione nel nostro canale Telegram. Potete trovarci anche su Tik Tok, Facebook o Twitter.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here