Reddito di Cittadinanza 2022: Requisiti, Come Fare Richiesta, Cosa Cambia

Il reddito di cittadinanza, anche noto come reddito di base o minimo, è un’erogazione monetaria data dallo Stato a tutti i cittadini in difficoltà economica. Introdotto nella nuoa Legge di Bilancio per il 2022, dopo un primo momento di incertezza, si ha avuta la conferma ancche il nuovo anno, ma con alcune modofiche. Di seguito vedremo tutte le caratteristiche del reddito di cittadinanza: di cosa si tratta, quali requisiti bisogna avere per richiederlo, come funziona e cosa è necessario fare per ottenerlo. 

Cos’è e Come Funziona

Come abbiamo già anticipato, il reddito di cittadinanza consiste in una forma di sussistenza per i cittadini italiani o per quelli che vi hanno residenza e presenta diverse caratteristiche. Per prima cosa bisogna specificare che non è universale, questo significa che può essere attribuito solo a coloro che non hanno un lavoro o a chi dispone di un ISEE inferiore alla soglia stabilita. Inoltre, non è incondizionato, in quanto bisogna assumere diversi obblighi per poterlo mantenere e ricevere, e non è individuale. Anche questa caratteristica è molto importante, poiché può variare a seconda del numero di persone di un nucleo familiare e può essere attribuito a un solo membro di essa. Infine, deve essere richiesto solo da chi è in possesso di requisiti speciali testimoniati da un’accurata documentazione. 

A Chi Spetta il Reddito di Cittadinanza: le Novità per il 2022

Per presentare la domanda e ottenere il reddito di cittadinanza è necessario essere maggiorenni o avere un’età massima di 65 anni. Inoltre, è obbligatorio essere cittadini italiani o vivere in Italia da almeno dieci anni. A tal proposito, è bene sapere che gli ultimi due anni del soggiorno in Italia devono essere consecutivi.

Per il 2022 si prospetta alcuni grossi cambiamenti. Tra questi controlli potenziati ex ante e alcuni incentivi e disincentivi per spingere i beneficiari alla ricerca attiva di lavoro. I dettagli in merito ancora non sono stati definiti, ma tra questi si prospetta l’inserimento di un taglio all’assegno nel caso in cui si rifiutasse un’offerta di lavoro, oltre alla possibilità di cumulare il Reddito di CIttadinanza con un’occupazione part-time.

Requisiti

Per poter richiedere il reddito di cittadinanza è bene disporre di alcuni requisiti necessari. Ma vediamoli nel dettaglio:

  • l’ISEE non deve essere superiore ai 9.360 euro all’anno (se la famiglia abita in una casa in affitto), mentre i beni mobiliari devono consistere in un massimo di 6.000 euro (soglia massima per chi è single). Il patrimonio immobiliare, ancora, non deve superare i 30.000 euro all’anno;
  • I componenti della famiglia che richiede il reddito di cittadinanza devono essere privi di un’automobile, con cilindrata maggiore di 1.600 cavalli, acquistata sei mesi prima della presentazione della domanda. La stessa cosa vale per i motoveicoli (cilindrata superiore ai 250 cavalli, acquistati da meno di due anni). 
Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza: come fare richiesta

Come si Calcola

In base ai punteggi che vengono associati in base al numero e all’età dei membri del nucleo famigliare, è possibile definire quanto possono percepire le persone che richiedono il reddito di cittadinanza. Una persona single ha la possibilità di ricevere un massimo di circa 1450 euro: questa cifra comprende il contributo per il pagamento dell’affitto o del mutuo e per l’integrazione. Ancora, una famiglia che richiede il reddito di cittadinanza (composta da due maggiorenni e due minorenni) può arrivare a ricevere fino a 2200 euro. Il valore cambia per le famiglie composte da due genitori, un maggiorenne e un minorenne, in quanto può arrivare a più di 2500 euro. Infine, se il reddito di cittadinanza è richiesto da una famiglia composta da due genitori, un maggiorenne e due minorenni, la quota può arrivare a un massimo di 2660 euro erogati.

Come Presentare la Domanda

Per richiedere il reddito di cittadinanza bisogna scaricare i moduli presenti sul sito del governo, compilarli e inviarli online. Oppure, potrete anche presentarli in un ufficio postale o presso i CAF. Generalmente, è possibile presentare la domanda entro marzo, poiché i soldi verranno erogati già ad aprile. Una volta che avrete inviato i moduli compilati e dunque la domanda, sarà l’INPS a verificare se avete i requisiti necessari per esserne beneficiari.

L’ultimo passo da fare è ritirare la Carta direttamente in un ufficio postale, una volta che l’INPS avrà accettato la vostra condizione. Grazie alla Carta avrete la possibilità di prelevare i soldi o effettuare bonifici o, ancora, di pagare le spese per la vostra casa (le utenze). Tuttavia, per potere beneficiare del reddito di cittadinanza è bene sottoscrivere determinati patti. In particolare, quello per il Lavoro o per l’Inclusione Sociale. 

Prima di procedere con la domanda per il reddito di cittadinanza è bene sapere che chiunque fornisca informazioni false sulle proprie condizioni economiche può essere recluso da un minimo di un anno fino a un massimo di sei anni, andando incontro a provvedimenti di tipo penale. 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here