REGNO UNITO: L’autorità degli annunci avverte le compagnie di criptovalute di badare al loro linguaggio

La UK Advertising Standards Authority ha emesso un avviso di applicazione a più di 50 aziende che pubblicizzano criptovalute, dicendo loro di rivedere le loro pubblicità per la conformità prima della pubblicazione. “L’avviso di applicazione fornisce una guida all’industria delle criptovalute su come attenersi alle regole e avverte che controlleremo la conformità e attueremo sanzioni se non vediamo miglioramenti”, ha detto l’ASA in una dichiarazione.

Le nuove regole richiedono che gli inserzionisti dichiarino chiaramente che le criptovalute non sono regolamentate e che il “valore degli investimenti è variabile e può scendere”. Inoltre, le pubblicità non devono “affermare o implicare che le decisioni di investimento sono banali, semplici, facili o adatte a chiunque” o “implicare un senso di urgenza di acquistare o creare una paura di perdere, o che gli investimenti sono a basso rischio”.

Lo scorso dicembre, l’ASA ha vietato sette annunci “per aver irresponsabilmente approfittato dell’inesperienza dei consumatori e per non aver illustrato il rischio dell’investimento”. E un mese dopo, la Financial Conduct Authority (FCA) ha annunciato che stava rafforzando la supervisione della pubblicità delle criptovalute dopo aver ricevuto nuovi poteri dal governo.

Il capo esecutivo dell’ASA, Guy Parker, ha detto: “La crittografia è esplosa in popolarità negli ultimi anni. Siamo preoccupati che le persone possano essere invogliate dalle pubblicità a investire denaro che non possono permettersi di perdere, senza capire i rischi. Lavorando insieme alla FCA, prenderemo una forte azione contro qualsiasi inserzionista che non riesce a garantire che i loro annunci siano responsabili”.

Gli investitori britannici “dovrebbero prepararsi a perdere tutti i loro soldi”

“Continueremo a lavorare a stretto contatto con l’ASA per affrontare la pubblicità di cripto poco chiara o fuorviante”, ha aggiunto. Il direttore esecutivo dei mercati presso la FCA, Sarah Pritchard, ha avvertito che gli investitori di cripto dovrebbero essere “pronti a perdere tutti i loro soldi” in quanto il settore rimane non regolamentato.

Gli inserzionisti hanno tempo fino al 2 maggio per assicurarsi di soddisfare i nuovi standard. Se non lo fanno, rischiano di essere segnalati alla FCA. All’inizio di questo mese, l’ASA ha vietato le pubblicità di Floki Inu, sostenendo che la pubblicità “ha irresponsabilmente sfruttato le paure dei consumatori di perdere, e ha banalizzato le criptovalute”.

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here