Tether e la città di Lugano hanno presentato il loro “piano B”. Cosa abbiamo imparato?

La Città di Lugano in Svizzera, la più importante città di lingua italiana fuori dall’Italia, non sta scherzando. L’obiettivo del loro “Piano B” è quello di “rendere Lugano l’hub della blockchain per l’intera Europa”, secondo Paolo Ardoino di Tether. E probabilmente ci riuscirà. La città vuole attirare investimenti e talenti, attrarre ricchezza e menti intelligenti, e stanno mettendo i loro soldi dove è la loro bocca.

Ma perché devono marchiare il loro piano usando il nome di bitcoin? Nel precedente articolo di NewsBTC sul progetto siamo stati molto critici, e abbiamo anche sollevato la possibilità che questa sia una truffa per affinità. Il nome Bitcoin è pesantemente usato in tutto il materiale promozionale, ma i protagonisti parlano di blockchain e crypto come se non ci fosse un domani. Perché Tether Ltd. e i suoi partner non dovrebbero rendere questo un progetto crypto e chiamarlo un giorno?

Abbiamo chiuso questo articolo dando loro il beneficio del dubbio: “Ed ecco che arriva il sindaco della città di Lugano e di Tether a cantare le lodi di bitcoin. Un tizio “blockchain non bitcoin” e l’organizzazione dietro la più controversa stablecoin. Anche se è sospetto, diamogli il beneficio del dubbio e sentiamo cosa hanno da dire. Potrebbero sorprenderci alla conferenza del 3 marzo. Forse Lugano ha un piano B dopo tutto”.

Hanno un piano B? Scopriamolo.

Bitcoin valuta legale a Lugano. E USDT. E LVGA

Il titolo della storia è che Bitcoin, Tether, e LVGA, la criptovaluta della città, saranno moneta legale a Lugano. I residenti saranno in grado di “pagare tutte le tasse comunali personali e aziendali” in una qualsiasi di queste criptovalute. Oltre a questo, le autorità della città hanno già inserito più di 200 negozi e attività commerciali per accettarle.

Ma c’è di più. Sarai in grado di usare bitcoin, USDT e LVGA per pagare: servizi pubblici, biglietti per il parcheggio, tasse sui cani, tasse per il rilascio di documenti e passaporti, tasse di naturalizzazione, tasse per permessi di costruzione, tasse per l’attracco delle barche, tasse scolastiche e per i pasti, tasse sui rifiuti, autorizzazione di firma, accesso alle infrastrutture pubbliche, accesso agli eventi pubblici, affitto di spazi per eventi, e tasse cimiteriali.

Chi ha presentato la notizia e cosa hanno detto?

Il gruppo era composto da:

  • Michele Foletti, sindaco della città, ha parlato in italiano.
  • Jan Ludovicus van der Velde, CEO di Tether, che ha parlato via video.
  • Pietro Poretti, divisione sviluppo economico della Città di Lugano.
  • Paolo Ardoino, CTO di Tether

Il sindaco ha detto che “Lugano è, storicamente, una terra di innovazione tecnologica e di libertà”. Crede che “Bitcoin, blockchain e crypto” debbano essere “diffusi e accessibili a tutti”. Ed è convinto “che questo viaggio porterà benefici a tutti i cittadini ed è per questo che questo è il nostro impegno”.

Jan Ludovicus van der Velde ha ricapitolato brevemente la storia del bitcoin e ha parlato del valore del software open-source. A proposito delle criptovalute, ha detto che mentre l’adozione è a larga scala, in pratica, “ci manca la capacità di scambiare con le panetterie e le sartorie locali. Ci manca la

e capacità di pagare l’istruzione superiore o le automobili. Siamo bloccati in attesa che il mondo si metta al passo con il futuro della libertà finanziaria”. Riguardo al “Piano B” in particolare, van der Velde ha detto: “Immaginiamo che la blockchain tocchi ogni aspetto di questa città”.

NUOVO: La città svizzera di Lugano “stenderà il tappeto rosso” per le imprese e gli appassionati di #Bitcoin pic.twitter.com/2hujg4V4wm

– Bitcoin Magazine (@BitcoinMagazine) 3 marzo 2022

Paolo Ardoino ha dichiarato che “con questo Piano B vogliamo dimostrare che gli strumenti che stiamo creando possono essere effettivamente messi al lavoro in un ambiente locale, controllato e vivace come la città di Lugano”. Mentre Pietro Poretti ha detto che il piano è quello di “creare le condizioni ideali perché le aziende possano prosperare”. Entrambi hanno portato la conferenza e annunciato tutto il resto in questo articolo.

Ardoino ha anche spiegato perché hanno scelto Lugano. Tra le altre cose:

  • È nel centro dell’Europa.
  • La Svizzera è sicura e protetta.
  • La città è vicina a grandi aeroporti.
  • Ha istituzioni e amministrazione lungimiranti.
BTCUSD price chart for 03/04/2022 - TradingView

Grafico del prezzo del BTC per il 03/04/2022 su Coinbase | Fonte: BTC/USDT su TradingView.com

In cosa consiste esattamente il “Piano B” di Lugano?

L’unica menzione di qualcosa di specifico per i bitcoin va a Paolo Ardoino, che ha cantato le lodi della Lightning Network e ha espresso il desiderio che Lugano sia il “primo wide adopter”. Sappiamo che intendeva dopo la leggendaria Bitcoin Beach in El Salvador, naturalmente.

Ardoino ha anche annunciato un fondo di 100 milioni di CHF “per le start-up che vogliono trasferirsi qui e vogliono mettere la loro sede qui”. “Partner infrastrutturali come Polygon” hanno reso possibile il fondo. Una delle versioni di USDT gira sulla catena Ethereum Layer 2, e in questa conferenza abbiamo appreso che anche LVGA, la moneta della città, gira sui binari di Polygon.

Oltre a questo fondo, il “Piano B” di Lugano consiste in:

  • Un “hub di start-up per più di 25 aziende innovative”.
  • Uno “spazio per meetup e workshop aperti al pubblico”.
  • “Più di 3 milioni di CHF investiti in progetti pratici di blockchain”.
  • “500+ borse di studio per studenti per l’istruzione in bitcoin e tecnologie decentralizzate”. Secondo Poretti, tutto questo non è possibile senza “la sinergia con il mondo accademico”.

Annunciare il Bitcoin World Forum

Dal 26 al 28 ottobre, al Palazzo dei Congressi di Lugano, ci sarà una grande conferenza. Finora, gli oratori confermati sono Adam Back di Blockstream, l’ambasciatore del bitcoin Samson Mow, e il controverso Max Keiser. Altri ospiti devono essere annunciati.

Immagine in primo piano: L’annuncio del Piano B di Lugano, screenshot dal video | Grafici di TradingView

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here