Web 2 vs Web 3 secondo Ethereum- Nftically

Quando la gente sente il termine Web 3.0, spesso pensa a come. Esistono molte battute sull’impatto del Web 2.0 sul mondo. La battuta ora è che il Web 3.0 insieme all’IA e alla robotica è davvero troppo per le persone da gestire.

La comunità Ethereum è stata in prima linea nella costruzione di applicazioni utilizzando la tecnologia blockchain. Ci hanno dato DeFi, NFT e DAO. La visione di Ethereum è di dare agli sviluppatori una piattaforma per distribuire contratti intelligenti per qualsiasi applicazione decentralizzata. Utilizzando linguaggi di programmazione selezionati, è possibile costruire e commercializzare alla comunità Ethereum. La comunità sarebbe un buon posto per seguire e capire le differenze tra Web 2.0 vs Web 3.0.Ma, prima di iniziare, un breve primer sul Web 1.0.

L’inizio

Le comunità originali di internet erano composte da accademici, ricercatori e scienziati. Il potenziale commerciale di internet non era chiaro a tutti. Di conseguenza, c’erano molte storie sbagliate che circolavano. Possiamo dire che gli anni ’90 rappresentano l’inizio dell’era del Web 1.0. Quindi, l’era della ‘sola lettura’.

L’innovazione principale è che chiunque abbia una connessione internet poteva creare i propri siti web per qualsiasi cosa. Di conseguenza, la decentralizzazione dell’informazione era in corso. Mentre l’informazione si diffondeva nel mondo, la consapevolezza della gente aumentava. Così, stavamo costruendo una nuova piattaforma commerciale. Inoltre, un enorme numero di persone su internet continuava a tornarci per molte ragioni.

Allo stesso modo, il numero di artisti e imprenditori. Infatti, l’industria musicale è stata una delle prime industrie ad essere sconvolta da internet. Allo stesso modo, con il tempo è arrivato il resto. Tutti conosciamo i social media e l’e-shopping. Il software ha mangiato il mondo, secondo i venture capitalist. Sappiamo tutti come è andata a finire.

Molte aziende hanno deciso di dare un senso a tutte le informazioni contenute nei documenti del mondo. Così, è iniziato il ciclo di boom e bust di dot-com della fine degli anni ’90. Come risultato, la digitalizzazione del mondo fisico era iniziata.
In poche parole, il Web 1.0 riguarda la creazione del linguaggio HTML e dei protocolli TCP/IP, SMTP e HTTP. Questi protocolli erano di libero utilizzo. Il vero valore veniva dalle applicazioni costruite sopra questi protocolli.

Web 2.0 vs Web 3.0

Pensa che il web 1.0 era tutto basato sulla lettura. Web 2.0 vs Web 3.0 è l’era della lettura-scrittura. Ora siamo in quest’era. La maggior parte della nostra vita attuale è qui Ora la gente potrebbe interagire con i siti web e creare più valore per gli altri. Il modello di business dominante di questa era è la pubblicità digitale. Questo modello cattura l’attenzione delle persone e le vende ad altri per generare profitto. Le persone diventano il prodotto. Prima non si capiva la portata del problema.

La privacy su internet è un argomento delicato. In effetti, non sono in molti a capire di cosa si tratta. È a causa dell’etica di libero utilizzo del prodotto. Il fatto che sia gratuito da usare è la ragione per cui grandi quantità di dati hanno finito per andare a così pochi in cima. Il modello di business consiste nell’estrarre sempre più dati dagli utenti. Il modo corretto è essere trasparenti sull’uso dei dati.

Le aziende costruite su protocolli di libero utilizzo dal Web 1.0 sono le società miliardarie del Web 2.0 di oggi. I dati sono il nuovo petrolio. Il data scientist è l’occupazione più cool del 21° secolo. Le aziende multimiliardarie hanno montagne di dati sui loro utenti. che vengono venduti a chiunque li voglia.

I pericoli della centralizzazione, oltre ai rischi per la sicurezza, rappresentano anche una minaccia per i sistemi politici, poiché il furto di dati, la censura e lo spam prosperano su internet. C’è un modo decentralizzato per costruire la prossima iterazione di prodotti e servizi internet basati su un nuovo modello di business? Inserisci il Web 3.0.

Il Web 3.0 è senza fiducia, senza permessi e open source.

Costruito sulla tecnologia blockchain, rappresenta un modo completamente nuovo di reimmaginare le economie in tutto il mondo. Può rimettere il potere nelle mani degli individui e delle comunità invece di istituzioni centralizzate che abusano dei dati e dell’identità delle persone. Il primo grande caso d’uso del Web 3.0 è nella finanza. Vale a dire, la finanza decentralizzata. C’è una buona ragione per credere che esistano altri usi. Si può pensare a qualsiasi caso d’uso. C’è una comunità che lo costruisce.

Usando Ethereum, possiamo costruire applicazioni decentralizzate dove gli utenti possono possedere un pezzo della rete di cui fanno parte. Questo, a condizione che tutti i membri della comunità siano allineati nel loro sforzo di realizzare gli stessi obiettivi.

La blockchain ci permette di creare denaro programmabile, il che significa che le reti hanno denaro incorporato in esse. Questo significa che gli utenti della rete e i possessori di token possono scambiare valore ogni volta che vogliono senza che nessun’altra terza parte sia coinvolta nel mezzo. Questo meccanismo ci permette di aggirare il sistema finanziario tradizionale e allo stesso tempo di essere decentralizzati nel prendere decisioni di governance per la rete.

Le blockchain e le criptovalute permettono a nuovi sistemi criptoeconomici di emergere da zero, sulla base dei bisogni e delle esigenze della propria comunità di membri. Lo sviluppo dei contratti intelligenti preannuncia un nuovo modo di plasmare il quadro economico esistente del mondo, un mondo che si basa su guardiani e intermediari centralizzati per limitare i dati e le informazioni dal raggiungere le masse.

La strada da percorrere

Il web 2.0, guidato dall’internet mobile e dal sistema finanziario tradizionale, è il modo dominante di scambiare informazioni e valore che il mondo ha. Per la prima volta nella storia, abbiamo uno strumento che non solo ci fornisce un sistema finanziario più economico, aperto e decentralizzato, ma anche modelli migliori per gestire l’identità digitale e nel processo, costruire contratti intelligenti standard del settore.

C’è una transizione nel mondo. Come risultato della pandemia, abbiamo aumentato il ritmo del nostro progresso. L’internet delle cose è qui. Allo stesso modo, il capitalismo cambierà. Tutto sarà guidato da contratti intelligenti. Possiamo imparare e fare di più con internet di quanto abbiamo immaginato. Ci sono ottimi modi per imparare il Web 3.0 e i suoi usi dal web.

Il Web 3.0 è ancora agli inizi e c’è ancora molto lavoro da fare perché la tecnologia raggiunga le masse. Ma il processo è già iniziato. Sembra di essere nel mezzo di una nuova era economica. Di conseguenza, le comunità su internet sono destinate ad avere un impatto sul mondo reale. C’è una grande possibilità di diventare parte del nuovo internet. Tutto quello che devi fare è saltare dentro e iniziare a imparare.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here