Tron (TRX): Cos’è e Come Funziona la Criptovaluta, la Polemica, Futuro

Nell’incessante espandersi del mondo legato alle criptovalute, Tron è recentemente riuscita a distinguersi e ad attirare l’attenzione degli investitore per la particolare piattaforma su cui opera, che può essere definita un social media di nuova generazione. Utilizzando Tron è infatti possibile condividere contenuti con l’intera community e guadagnare dagli stessi, dal momento che questo ecosistema premia i suoi utilizzatori con Tronix (TRX) ogni volta che pubblicano nuovi contenuti. Il progetto si pone in diretto contrasto con colossi come Facebook e Instagram, che spesso ottengono guadagni dalle attività dei loro utenti, senza avvisare questi ultimi e senza corrispondere loro alcuna percentuale dei fondi ottenuti. Scopriamo dunque come funziona Tron e quali interessanti servizi offre alla sua community. 

Cos’è Tron

Gli elementi costitutivi della blockchain di Tron sono le dApps (applicazioni decentralizzate), gli Smart Contract, il token TRX e il consenso delegato di proof-of-stake. Ognuno di questi è stato tuttavia implementato da altri progetti, in quanto la versione originale di Tron non puntava all’innovazione tecnologica, bensì ad offrire all’utenza un prodotto stabile, sicuro e già collaudato

La scelta, giungendo in un periodo storico in cui l’innovazione tecnologica è perseguita ad ogni costo (spesso a scapito della reale funzionalità delle blockchain), è stata molto apprezzata da una grossa fetta di investitori. Avere a sua disposizione un sistema già perfettamente funzionante, inoltre, ha consentito alla Tron Foundation, la fondazione no profit a capo del progetto Tron, di dedicarsi maggiormente al design della piattaforma e dare maggiore attenzione alla reale esperienza dell’utente. I successivi aggiornamenti della blockchain, e in special modo l’implementazione del sistema Social Media, hanno confermato il successo del progetto, facendogli acquisire un’ulteriore vena futuristica. 

Le Origini del Progetto

Il progetto Tron è stato lanciato nel 2017 dall’imprenditore cinese Justin Sun e viene gestito dalla Tron Foundation. Questa fondazione senza scopo di lucro nasce con lo scopo di sviluppare una tecnologia basata su blockchain e peer-to-peer che consenta di condividere contenuti digitali in modo semplice ed economico. Nel 2018 la Tron Foundation ha acquisito la piattaforma BitTorrent, novità che ha attirato immediatamente la curiosità degli investitori. Gran parte del suo successo è, ad ogni modo, dovuto al fatto che Tron si è poggiato sulla grande popolarità di cui il suo fondatore e CEO, Justin Sun, gode nei paesi asiatici. Grazie ad essa, infatti, il progetto ha immediatamente ottenuto un incredibile numero di sostenitori. 

Criptovaluta Tron
La Criptovaluta Tron: cos’è e come funziona, conviene?

Come Funziona

Il token di Tron, TRX, è nato come ERC-20 basato sulla blockchain di Ethereum e soltanto in seguito è stato separato da quest’ultima per diventare la valuta digitale a sè stante, con blockchain Troinx, che oggi conosciamo. Principio fondamentale della rete Tronix è la decentralizzazione, infatti non vi è alcuna autorità centrale a capo della blockchain e i dati in essa contenuti sono totalmente gratuiti. Gli utilizzatori di Tronix possono guadagnare TRX creando e caricando contenuti sulla rete, esattamente come avviene per altre piattaforme come Facebook, Twitter o Instagram. 

In Tronix, tuttavia, è anche possibile creare i propri token personalie utilizzarli all’interno delle dApp immesse nella rete. Ognuno di questi nuovi token fa capo a TRX. L’ultimo aggiornamento della rete Tronix prevede l’inserimento di giochi decentralizzati, che vengono valutati dall’utenza e che possono realizzare guadagni a seconda dell’indice di gradimento di quest’ultima. 

Le transazioni eseguite in rete sono affidate al controllo e alla validazione da parte di 27 rappresentanti primari, i quali curano anche la conservazione della cronologia. La scelta dei rappresentanti si basa su un sistema a rotazione che viene attivato ogni 6 ore e questi ultimi, per il lavoro svolto, vengono ricompensati in token TRX. Ogni blocco aggiunto su Tronix dai suoi utenti offre una ricompensa di ben 32 token TRX.

Vantaggi e Rischi: Conviene Investire in Tron? 

Valutare la convenienza di un investimento vuol dire analizzare analiticamente i pro e i contro di quest’ultimo. In base a quanto abbiamo detto in merito alla criptovaluta Tron, è dunque possibile scorgere sia dei vantaggi sia dei rischi legati a questa criptovaluta. Tra i maggiori pregi di Tron troviamo il sostegno di importanti partnership come Alibaba, Tencent e Baidu. La grande community di queste aziende, infatti, trarrà di certo grandi benefici da una crescita del valore di TRX. Lo scopo del progetto Tron, dopotutto, è quello di creare un sistema di intrattenimento facilmente accessibile e gratuito, pertanto è possibile supporre che in futuro farà di tutto per continuare ad espandere la sua rete di utilizzatori. D’altro canto si deve considerare il fatto che il progetto non punta nè sull’innovazione tecnologica nè su sistemi di sicurezza fortemente all’avanguardia. Si può solo sperare, dunque, che tra i prossimi aggiornamenti l’azienda darà maggiore attenzione anche a questi fattori. 

La Polemica nei Confronti di Tron

Nel corso del 2020 il progetto Tron è stato al centro di una rovente polemica che ha scosso significativamente la sua community, causando forti oscillazioni anche nel valore della criptovaluta. La Tron Foundation, infatti, nonostante il suo essere una fondazione senza scopo di lucro, aveva ricevuto 2,4 milioni di dollari dal governo statunitense, allora sotto la guida di Donald Trump. Nonostante il finanziamento rientrasse nel Cares, un progetto di sostegni varato per far fronte all’emergenza Coronavirus, non si riusciva a comprendere per quale motivo anche un ente no profit ne fosse destinatario. La fondazione capeggiata da Justin Sun, inoltre, era ben lungi dall’essere bisognosa di aiuti finanziari: l’annessione della piattaforma BitTorrent, di Steemit e della piattaforma video dLive confermava che l’impero del fondatore di Tron era perfettamente in grado di sostenersi anche nel periodo della crisi. 

Ulteriore fattore che ha intaccato la fama di Tron è la tendenza del suo fondatore a concedere donazioni molto cospicue e quasi esagerate senza apparentemente nessun motivo per farlo. Tutto ciò, ad ogni modo, non ha influito sulla solidità della Tron Foundation, che ad oggi continua a lavorare sodo per mantenere gli impegni presi e raggiungere nel più breve tempo possibile gli obiettivi che si è posta. 

Previsioni per il Futuro

Grande punto di forza dell’ecosistema Tron è l’economicità delle sue transazioni e il supporto di una community davvero numerosa. L’ambizione di implementare nella sua rete nuove funzionalità in grado di renderla partecipe del gigantesco mondo del gaming online, inoltre, fa pensare che questa criptovaluta sia destinata nel prossimo futuro ad incrementare notevolmente il suo valore. 

Ciò nonostante i dati forniti dalle analisi tecniche, e in particolare dalle medie mobili e dagli oscillatori, non sono così positivi. Nel breve termine quasi tutte le previsioni consigliano la vendita della criptovaluta e tornano a consigliarne l’acquisto soltanto nel medio o lungo termine. Un investimento in Tron, dunque, deve essere sapientemente ragionato e organizzato. Probabilmente è un rischio troppo elevato per gli investitori più giovani, mentre i trader più esperti potrebbero trovare il modo di operare in modo da ottenere, in futuro, un cospicuo guadagno.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here