Certificazioni Lean Six Sigma

Six Sigma è una vera e propria metodologia che permette di disporre di un vasto numero di strumenti, utili per migliorare e analizzare il processo. Nata nel 1986 negli Stati Uniti, è diventa ben presto un fenomeno internazionale, diffondendosi nelle aziende di tutto il mondo. L’obiettivo che Six Sigma intende perseguire è riuscire a ridurre la variazione presente all’interno dei processi, in quanto questo porta spesso alla difettosità. Lean Six Sigma, meglio conosciuta con la dicitura LSS, non è altro quindi che una combinazione di due diverse metodologie: Lean e Six Sigma. Nonostante esse possono essere considerate parte integrante l’una dell’altra, non sono però la stessa cosa. Il Lean Thinking, infatti, nato dalla Toyota Production System, rappresenta a tutti gli effetti una strategia per eliminare lo spreco, ovvero quelle attività che non hanno più valore. Questo meccanismo può in qualche modo essere definito un commitment culturale orientato al customer focus e al miglioramento continuo, ottimizzando al contempo i flussi informatici e fisici.

Six Sigma, al contrario, è invece un approccio basato sui singoli dati e si focalizza nella risoluzione dei problem legati al business, prediligendo un approccio di metodo diviso in cinque fasi, con l’obiettivo di comprendere, individuare e controllare le variabili che influenzano il processo. Questi due metodi, applicati insieme, possono produrre dei risultati straordinari e proprio per tale ragione vengono impiegati ad oggi in numerose aziende di tutto il mondo.

A cosa servono le certificazioni Lean Six Sigma

Le certificazioni Lean Six Sigma rilasciate da Leanprove, permettono di ottenere una serie di benefici all’interno del progetto da eseguire. Possono così essere utilizzate per aumentare l’efficienza, migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi offerti al cliente, ridurre i costi aziendali e per rendere il luogo di lavoro più sicuro. Per aumentare l’efficienza, l’insieme dei processi aziendali vengono analizzati e mappati per aggredire e individuare le criticità presenti al suo interno, realizzando al contempo un’ottima allocazione delle risorse.

I processi vengono poi perfezionati anche dal punto di vista dell’efficacia e della qualità. In questo modo si potranno vantare servizi e prodotti più convenienti anche in termini di prezzo e tempi di consegna. Il sistema Lean permette inoltre di fare le stesse cose con un dispendio minore di risorse. Six Sigma invece riduce i difetti, lavorando sulla prevenzione e incrementando i controlli. Grazie al cambiamento culturale infine, che coinvolge i dipendenti e le linee produttive, è possibile attuare una maggiore attenzione e cura verso i luoghi di lavoro, per vantare un ambiente più sano e sicuro.

Lean Six Sigma

Per ottenere tutti questi benefici è fondamentale però inserire all’interno dei singoli processi, dei professionisti formati su tale metodologia e che vantino una certificazione LSS riconosciuta a livello internazionale. Imparare e poter applicare il meccanismo in questione riesce a dare un grande impatto sul futuro di ogni esperto e sulla sua carriera, consentendogli inoltre di avere maggiori opportunità di lavoro e un miglior salario.

Come conseguire le certificazioni Lean Six Sigma

Prima di adottare le certificazioni Lean Six Sigma è fondamentale acquisire una conoscenza degli strumenti e dei principi inerenti alla metodologia. La formazione della stessa è organizzata secondo un preciso modello che segue quello del Six Sigma. Esistono infatti molteplici livelli di certificazione che permettono di acquisire specifiche competenze, che si dividono in yellow belt, green belt e black belt. Nella prima fase si prende conoscenza dei principi del Lean Six Sigma per creare una base precisa sulla metodologia applicabile ai diversi livelli aziendali. Nella successiva, ovvero la green belt, si cerca di gestire i piccoli lavori legati al miglioramento mentre nella parte finale si prende piena conoscenza sugli strumenti e si diviene responsabili a tutti gli effetti della supervisione e della formazione interna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here