Investire Oggi in Obbligazioni: Come Fare, Conviene?

Investire oggi in obbligazioni è considerato da molti analisti e trader come un sistema valido per diversificare il proprio portafoglio e soprattutto, nel 2021, è un’alternativa per ottenere un rendimento certo. Ma quali sono i passi da seguire? Oggi convengono veramente? E quali possono essere considerate le migliori?

Cosa Sono le Obbligazioni

In economia un’obbligazione, definita anche con il termine comune bond, corrisponde a un titolo di debito che viene rilasciato da una società o da un ente, come lo Stato italiano per esempio, in cambio di un determinato interesse. Possono essere considerate una forma di finanziamento, che viene richiesto da un’azienda quotata in borsa a una serie di investitori, i quali presteranno il loro denaro. 

Le obbligazioni hanno un duplice vantaggio: da un lato l’investitore che acquista una o più obbligazioni otterrà un guadagno su questa operazione, dall’altro la società che ha venduto questo strumento finanziario potrà utilizzare il denaro per altri investimenti o per potenziare la sua attività. Ma possono essere considerati un’operazione affidabile e conveniente?

Come Funzionano

Per se sono un investimento conveniente è importante capire come funzionano le obbligazioni. La prima fase è quella della emissione da parte dell’azienda in cui si stabilirà un prezzo di quotazione, le quantità che saranno immesse sul mercato e si definiranno tutte le relative caratteristiche. A questo punto si avrà la sottoscrizione da parte degli investitori che acquisteranno le obbligazioni pagando l’importo previsto. Ogni titolo di debito prevede una precisa scadenza che potrà essere a breve termine, oppure a medio e lungo termine, raggiunta la quale sarà restituito il capitale versato.

Ciò che spinge a investire oggi in obbligazioni è che si otterrà un rendimento grazie all’applicazione di un tasso di interesse annuo, a cui si aggiunge il pagamento di una somma di denaro, semestrale o annuale, definita cedola. Per esempio, se si acquista un’obbligazione sui Titoli di Stato, i BTP, del valore di 1000 € con una scadenza a 5 anni e un rendimento del 2,5% ogni anno si otterrà un incremento del capitale pari a 25 €. In linea di massima il guadagno dopo 5 anni corrisponderà a circa 150 €, oltre al capitale che verrà restituito. 

Il Rischio di Credito

Spesso si commette l’errore di considerare questi titoli di debito un prodotto sicuro, dato che permettono di ottenere una cedola fissa e soprattutto una restituzione del capitale a cui si aggiungono gli interessi. Ma, come tutte le forme di investimento, si deve considerare che è presente sempre un rischio. Infatti, le obbligazioni sono emesse da società quotate sul mercato le quali possono anche fallire o, al momento della scadenza del titolo di debito, non disporre di capitali per far fronte all’impegno preso con l’investitore. Per questo quando si investe in obbligazioni sarà sempre importante valutare il loro andamento.

I Tassi di Interesse

Il rischio è collegato anche al tasso di interesse che viene applicato sulla singola obbligazione, che può variare in base all’andamento del mercato o essere fisso. I fattori che influenzano questo valore sono diversi, ma tra quelli più importanti si deve considerare la possibilità da parte dei trader di operare sul mercato delle obbligazioni, sia mantenendo il titolo fino alla sua scadenza, oppure vendendolo a un altro acquirente a un determinato prezzo. Ciò determina delle variazioni dei tassi che in alcuni casi possono portare anche a un rendimento pari a zero o negativo.

Investimenti Obbligazionari Rendimento Zero

Oggi sono presenti diverse tipologie di bond che offrono soluzioni di investimento adattabili alle varie necessità dell’investitore. Un esempio sono le obbligazioni a rendimento zero, definite anche obbligazioni zero coupon. Questi titoli di debito non prevede una cedola semestrale annuale, ma il guadagno si otterrà al momento della sua scadenza, effettuando una differenza tra il prezzo di sottoscrizione e quello finale di rimborso. Ciò è possibile dato che al momento della sua emissione l’obbligazione sarà introdotta sul mercato a un prezzo “scontato” ovvero ridotto rispetto al suo valore. In questo modo l’investitore avrà l’opportunità di impiegare un capitale maggiore, ma senza ottenere interessi periodici, semplificando quindi la gestione del titolo.

Investire Oggi in Obbligazioni
Come Investire Oggi in Obbligazioni

Quali Obbligazioni Comprare

La presenza di un numero ampio di obbligazioni rende spesso difficile riuscire a stabilire quale può essere il titolo di debito più adatto, soprattutto in un mercato incerto come quello moderno. In questa prospettiva, potrà essere utile far riferimento a una serie di parametri al fine di individuare l’obbligazione più vantaggiosa.

Emittente: sarà importante considerare chi ha emesso il titolo di debito
Scadenza: dovrà essere valutata in base alla tipologia di strategia. 
Indice di rischio: è un fattore che influenza il rendimento, dato che sottoscrivere obbligazioni con un indice di rischio più basso determina un minor guadagno, ma una maggiore garanzia sul capitale.
Tipologia di cedola: se si necessita di un’entrata costante, potrà essere utile sottoscrivere un’obbligazione con cedola semestrale o annuale. 
Percentuale del tasso d’interesse e valuta: sarà importante scegliere un’obbligazione che abbia un rendimento adeguato ed emessa in una valuta forte, non soggetta a inflazione.

Le Migliori su cui Investire

Quali possono essere considerate le migliori obbligazioni? Le possibilità sono tante, ma sarà utile valutare quali sono gli obiettivi che si devono raggiungere. Infatti, se si vuole avere una certa garanzia di un ritorno del capitale con interessi limitati, una soluzione può essere investire sui Titoli di Stato e in valute come il Dollaro, Euro e la Sterlina Inglese. Se invece si ha una maggiore conoscenza del mercato, può essere vantaggioso puntare anche su società che offrono una scadenza a breve e medio termine e quindi con un tasso di interesse più alto e variabile.

Conviene Investire Oggi in Obbligazioni?

La risposta a questa domanda è collegata alla propria strategia di investimento e alla disponibilità di capitale. Infatti, le obbligazioni possono essere una valido sistema per bilanciare il proprio portafoglio titoli, soprattutto se si punta su un investimento a medio e lungo termine e con un indice di rischio più basso, ma richiedono comunque una certa liquidità che dovrà essere bloccata. Infine, dal punto di vista delle tassazione si deve considerare che, rispetto al trading, si applica una imposta che è pari al 20%, rispetto al 26% sul capital gain delle azioni, mentre sui BTP tale valore scende la 12,5%.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here