Trade Republic: Funzionalità, Caratteristiche, Vantaggi e Commissioni

Trade Republic è uno dei principali e maggiori broker presenti nell’intero panorama europeo. Si tratta, nello specifico, di un broker fondato nel 2015 da tre imprenditori operanti nei settori fintech e investment banking. La sua scalata verso il successo è stata estremamente rapida e già 2 anni dopo la sua nascita aveva ottenuto i primi finanziamenti da parte di fondi internazionali di una certa rilevanza.

Cosa ne ha favorito il trionfo in un settore così competitivo? Essenzialmente l’avere messo in piedi un sistema a basso costo capace di soddisfare appieno le necessità degli utenti e guadagnare l’attenzione delle grandi società di venture capital. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le sue caratteristiche primarie e come funziona.

Caratteristiche e Funzionalità del Broker

Trade Republic è sbarcato in Italia ufficialmente nel 2021 con il preciso obiettivo di aprirsi ai nuovi mercati emergenti e di diventare una piattaforma di riferimento nel settore. Lo stesso Christian Hecker, uno dei tre co-fondatori, ha dichiarato come l’intenzione sia quella di creare una piattaforma su cui poter investire e risparmiare senza l’ingombrante presenza delle immancabili commissioni nei mercati finanziari e già questo è un indizio importante.

Tra le caratteristiche principali di questo broker, infatti, c’è proprio la totale assenza di commissioni. Un sistema funzionale in cui l’ispirazione del noto broker americano Robinhood è evidente, con la differenza, però, che il mercato europeo è tendenzialmente differente da quello statunitense.

Trade Republic consente agli utenti di poter negoziare ed effettuare compravendita di asset in maniera diretta e l’unica modalità disponibile per ottenere dei profitti è quella di calcolare il risultato della differenza di prezzo tra vendita e acquisto.

Da segnalare inoltre che tutti i titoli di deposito sono opportunamente conservati nella nota banca depositaria HSBC Germany e che le varie transazioni vengono eseguite tramite HSBC Transaction Services, ovvero sia il più importante processore di titoli tedesco.

Su Quali Asset Permette di Investire

Trade Republic presenta una quantità di asset su cui investire decisamente ampia e variegata. Oltre 7.500 azioni, 1.500 ETF, 7.000 derivati e molto altro ancora, per un totale che, come dichiarato dagli stessi amministratori, arriva a più di 6 miliardi di asset in gestione.

Attualmente il broker può contare su una quotazione di 5 miliardi di dollari e su un numero di utenti superiore al milione nella sola Europa e le prospettive di crescita futuro sembrano essere più che rosee.

Tra gli asset citati non si può fare a meno di notare una grande assenza, quella delle criptovalute. In realtà Trade Republic offre la negoziazione di valute digitali, ma solo in Germania, tuttavia è stato dichiarato come l’obiettivo primario sia quello di renderne possibile la compravendita in tutta Europa entro la prima metà del 2022.

Trade Republic
Scopri tutti i vantaggi Trade Republic sul sito ufficiale

Come Aprire un Account e Operare sulla Piattaforma

La procedura richiesta per iscriversi alla piattaforma è estremamente intuitiva e user friendly. Per prima cosa sarà necessario recarsi sul sito ufficiale del broker e dall’home page individuare il pulsante Apri un conto posto in alto sulla destra. Cliccando apparirà una schermata su cui poter scegliere il proprio Paese di residenza prima di premere su Crea un account adesso. A questo punto si dovrà immettere il proprio numero di telefono nell’apposito campo contrassegnato e attendere per la ricezione di una notifica automatica contenente un codice che andrà riportato integralmente nel campo Verifica il codice prima di procedere.

Dopo aver inserito il codice ricevuto tramite SMS si potrà continuare andando a completare il form riguardante i dati personali, comprendente le classiche voci come nome, cognome, indirizzo mail, etc. Completato anche questo step sarà richiesta la verifica dei dati personali, procedura che è possibile portare a termine inoltrando al broker una copia di un proprio documento di riconoscimento e una prova di residenza nell’apposita sezione denominata Identificazione.

L’ultimo passaggio richiederà all’utente di precisare quali siano le proprie conoscenza del settore e l’esperienza acquisita in precedenza con altri broker o realtà analoghe, questo per consentire a Trade Republic di tracciare un profilo preciso della tipologia di investitore alla quale si appartiene.

Una volta completato la procedura di registrazione e verificato la propria identità, ancora non sarà possibile operare concretamente sulla piattaforma, è infatti necessario effettuare un deposito iniziale. Per depositare i primi fondi basterà recarsi sull’account personale, cliccare su Opzioni e infine su Deposita fondi. Le metodologie di pagamento presenti sono diverse e comprendono carta di credito/debito, bonifico bancario e persino Google Pay. Il deposito minimo accettato è di 10 Euro.

Costi e Commissioni

Depositi e prelievi, indipendentemente dal loro importo, non presentano commissioni di alcun tipo. È però presente una tariffa forfettaria per singola operazione di 1 Euro.

Considerazioni Finali: Vantaggi e Limiti di Trade Republic

Nonostante si tratti di un progetto relativamente giovane, Trade Republic ha dimostrato una solidità tale da ottenere i primi sostanziosi finanziamenti dalle principali società mondiali di venture capital appena 2 anni dopo la sua fondazione.

Attualmente è uno dei principali broker presenti sul panorama europeo, grazie a un’offerta di asset variegati e a un sistema di funzionamento che pone il consumatore finale al centro.

I suoi punti di forza sono l’assenza pressoché totale di commissioni, un deposito iniziale basso, la possibilità di usufruire di un conto demo senza temere di dilapidare i propri fondi, il possesso di regolamentazioni ufficiali dalle principali entità finanziarie europee e un’interfaccia sempre chiara e intuitiva.

Le piccole criticità, invece, riguardano per lo più l’assenza del social trading, un servizio di supporto e assistenza migliorabile e la mancanza, per ora, delle criptovalute per gli utenti dell’eurozona a esclusione della Germania.

Sito ufficiale: www.traderepublic.com

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 4 Media: 3.3]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here