Cos’è il Mercato OTC e Come Funziona

In Borsa possono essere effettuate diverse operazioni, alcune sottoposte a regolamenti precisi e altre no, come nel caso delle operazioni effettuate all’interno dei mercati OTC (Over The Counter). Questi mercati non rispondono a particolari imposizioni dettate dalle Autorità di Vigilanza e per questo costituiscono allo stesso tempo una valida alternativa alle Borse regolamentate ma con una percentuale di rischio maggiore. Rientrano nella categoria dei mercati OTC ad esempio le criptovalute, gli ETF e molti altri strumenti finanziari. Scopriamo insieme le principali caratteristiche dei mercati Over the counter.

Cos’è il Mercato OTC: Significato

Con Over The Counter, intendiamo i processi secondo i quali un’azione non quotata regolarmente in Borsa può essere scambiata fra operatori finanziari. I mercati OTC, sono mercati azionari in cui gli strumenti finanziari vengono negoziati direttamente fra due parti, utilizzando contratti OTC che possono essere stipulati fra le banche di investimento e i clienti, in cui le parti accettano il regolamento di uno specifico strumento finanziario.

I mercati Over The Counter, generalmente non sono adatti all’intero pubblico investitore, tantomeno ai piccoli investitori. I mercati OTC possono essere considerati mercati innovativi proprio per la libertà di negoziazione e per la specificità dei vari prodotti che sono presenti al loro interno. Solitamente, molti dei prodotti negoziati si normalizzano e finiscono per entrare nei mercati quotati regolarmente. I mercati di questo tipo maggiormente conosciuti sono il Forex e il Nasdaq.

Come Funziona

Poiché sono mercati decentralizzati, ovvero che non possiedono una sede fisica, le negoziazioni dei mercati OTC avvengono per via telematica: lo scambio di assets fra trader avviene telefonicamente, per e-mail o tramite specifiche piattaforme online, in maniera registrata garantendo una sicurezza maggiore. Gli strumenti finanziari presenti su questi mercati sono disponibili anche attraverso dealer/broker network online. Vediamo quindi come la collocazione, la negoziazione e lo scambio di titoli finanziari avviene direttamente attraverso l’incontro fra le due parti nei modi sopra citati.

Mercato OTC
Cos’è il Mercato OTC e Come Funziona

Caratteristiche dei Mercati OTC

Tipicamente i mercati OTC vengono divisi in due parti, presentando perciò due alternative di mercato diverse: un mercato bilaterale, in cui i broker contrattano direttamente con i loro clienti, e un mercato interdealer, in cui i broker scambiano asset fra di loro. Nel primo caso, lo spread-bid-ask può essere molto più alto, in quanto ogni broker può decidere i propri prezzi di acquisto e vendità. In questo modo i prezzi possono differire fra un dealer e l’altro. Generalmente la maggior parte delle negoziazioni avvengono tramite sistemi virtuali; la trattativa telefonica viene riservata alle contrattazioni più complesse e sostanziose.

Il Regolamento in Italia

I mercati OTC sono slegati da particolari norme come ammissioni, obblighi informativi, controlli, modalità di compravendità standardizzati, che invece sono propri dei mercati regolamentati. In Italia i mercati Over The Counter assumono la connotazione di “Organized Trading System” e possono essere sottoposti dalla CONSOB (Commissione nazionale per le società e la Borsa) a controlli periodici dove vengono richiesti agli organizzatori, agli emittenti e agli operatori notizie, dati, documentazione e bilanci degli scambi di strumenti finanziari effettuati.

Come Comprare Azioni e Asset nel Mercato OTC

Per iniziare a comprare azioni su questo tipo di mercati, bisogna rivolgersi a broker/dealer che offrono questo tipo di servizio e aprire un conto da loro. Non operando su un mercato regolamentato, si accede attraverso canali più ristretti. Più semplice è invece l’apertura di un conto su un broker virtuale rispetto ad uno fisico. Si deve però tenere conto che non esistendo regole stringenti, i requisiti che una società deve avere per essere quotata nei mercati OTC sono molti meno rispetto a quelli necessari per la quotazione in Borsa. Perciò le azioni di una società potrebbero rimanere nel mercato per anni e allo stesso tempo potrebbero scomparire improvvisamente. In questo senso gli investitori vengono tutelati poco.

I Rischi

La peculiarità dei mercati OTC, ovvero la possibilità di effettuare negoziazioni, scambi e contrattazioni senza precise regolamentazioni, può presentare consistenti rischi. Difatti i mercati OTC sono meno trasparenti di quelli regolamentati e spesso le informazioni sulle potenzialità di una specifica azienda sono molto scarse, perciò risulta difficile definire se l’investimento che stiamo per fare è valido. Ad esempio, una società quotata in Borsa regolarmente, è tenuta a presentare il bilancio e ad informare gli investitori su eventuali novità; una società quotata nei mercati OTC è invece libera da questi vincoli.

Possiamo in questo caso citare le criptovalute e token, chiaro esempio di un nuovo mercato Over The Counter: in questo settore, spesso vengono listati molte criptovalute completamente sconosciute, perciò risulta complicato trovare informazioni su di esse è talvolta bisogna fare affidamento su ciò che è scritto nel sito del fondatore e sui social network.

Considerazioni Finali

Recapitolando, i mercati OTC (Over The Counter), sono mercati che non hanno una sede fisica e nei quali la negoziazione degli asset avviene tramite telefono, e-mail o broker virtuali. Sono privi di regolamentazione e le quotazioni sono determinato solo sull’incontro fra domanda e offerta. Proprio l’assenza di regolamenti è la causa di maggiori rischi rispetto ai mercati borsistici internazionali, poichè le società quotate non sono tenute ad esporre documentazione. In generale, i mercati OTC sono una fonte importante di liquidità e rappresentano più del 70% dell’intero volume degli scambi del mercato europeo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here