Bonus Smartphone 2021: L’incentivo previsto nel Kit Digitalizzazione

Se hai intenzione di acquistare un cellulare o sottoscrivere un nuovo abbonamento telefonico con traffico internet, verifica di avere i seguenti requisiti per rientrare tra coloro che possono beneficiare del Bonus Smartphone messo a disposizione dal Governo per l’anno 2021.

Lo speciale Bonus, a seguito dell’approvazione di un emendamento proposto da Forza Italia alla Manovra Economica, è stato inserito e approvato nella Legge di Bilancio pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 30/12/2020 ai commi che vanno dal 623 al 625. Tale misura, denominata Kit Digitalizzazione, prevede di soddisfare il fabbisogno digitale delle famiglie che hanno un ISEE inferiore a ventimila euro e un componente iscritto ad un ciclo di istruzione scolastica o universitaria. Vediamo nel dettaglio tutte le specifiche previste dal disposto governativo.

Cos’è il Bonus Smartphone 2021

Il fondo messo a disposizione dallo Stato è limitato a venti milioni di euro per il solo anno 2021, pertanto sarà necessario presentare la domanda appena possibile per non vedersi rifiutato il contributo e rientrare dunque tra i beneficiari. Il contributo statale è destinato ad un solo componente del nucleo familiare al quale viene fornito, per un anno e in forma di comodato gratuito, un dispositivo elettronico dotato di connessione a internet o, in maniera equipollente, un bonus economico di pari valore da utilizzare per le finalità appena descritte. A scanso di equivoci potrai utilizzare il bonus per uno smartphone o per qualsiasi device che consenta di connettersi a una rete dati.

Parametri per l’accesso al bonus

Rispetto a quanto previsto nella versione originaria dell’emendamento alla legge, sono stati ridotti alcuni parametri e di conseguenza il bacino di utenza di chi può accedervi, tuttavia è stata preservata la finalità principale del Bonus tesa a ridurre il divario tecnologico che si è venuto a creare in seguito all’emergenza della pandemia. L’aiuto economico previsto dal Kit Digitalizzazione per le famiglie che hanno figli iscritti a scuola o all’università è un sostegno concreto a favore di tutti quei ragazzi che necessitano di strumenti digitali e di connessione dati per la didattica a distanza e l’istruzione in generale. Ad oggi la legge ha reso noti i prerequisiti che devi possedere per rientrare tra i beneficiari del Bonus. Verificali sulla base di quanto esposto di seguito.

bonus smartphone 2021
Bonus Smartphone 2021

Requisiti per effettuare la domanda

  • Il reddito del nucleo familiare non deve superare 20.000 euro in relazione al modello ISEE 2021. Tale documento, primo passo per ottenere il bonus, monitora la situazione reddituale e patrimoniale del nucleo familiare. Per richiederne l’emissione o il rinnovo è necessario compilare la Dichiarazione Sostituiva Unica DSU sulla piattaforma dell’INPS, presso l’ente che eroga la prestazione sociale, il Comune, il Centro di Assistenza Fiscale o patronato. Tra i documenti necessari per procedere alla richiesta dell’ISEE, a titolo esemplificativo, devi disporre della dichiarazione dei redditi, relativa ai due anni che precedono la suddetta istanza, e dei dati relativi ai patrimoni mobiliari e immobiliari a te intestati.
  • Almeno uno dei componenti della famiglia deve essere iscritto ad un percorso scolastico di tipo primario, secondario di primo o secondo grado o in alternativa ad un corso di studi universitari.
  • Lo stesso soggetto non deve essere titolare di un contratto telefonico di rete mobile con traffico internet.
  • In ultimo, l’accesso al sistema pubblico per la richiesta del Bonus può avvenire solo attraverso l’identità digitale SPID di secondo livello. Nel caso in cui non ne fossi dotato puoi farne richiesta gratuitamente solo se maggiorenne. A tal riguardo rivolgiti a uno dei molti gestori di identità abilitati, detti identity provider, presenti su internet. Puoi scegliere tra Aruba, Poste Italiane, Selte e tanti altri accreditati sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale. Registrandoti sul loro sito assocerai ai tuoi dati anagrafici un’identità digitale. Per tale richiesta devi essere in possesso di un documento d’identità in corso di validità, tessera sanitaria e una e-mail o numero di cellulare personale. Le società deputate all’identità digitale possono eseguire il riconoscimento chiedendoti di recarti presso i loro uffici fisici, tramite webcam o semplicemente con una carta d’identità, passaporto o Carta Nazionale dei Servizi di tipo elettronico.

Parametri in via di definizione

La prassi per accedere al beneficio non è stata ancora definita del tutto. Un apposito Decreto del Presidente del Consiglio, detto DPCM, o Decreto Ministeriale del competente Ministro con delega all’innovazione tecnologica e alla digitalizzazione provvederà in un termine massimo non superiore a sessanta giorni dalla data di pubblicazione della presente legge sulla Gazzetta Ufficiale a definire i termini per accedere al bonus.

Troverai in questo decreto notizie relative al modulo da compilare, alla finestra temporale e al portale per la presentazione della domanda. Pertanto se l’argomento ti interessa continua a monitorare il thread. Infine, per poter partecipare all’iniziativa ti consigliamo di provvedere anticipatamente alla richiesta del modulo ISEE e alla creazione del tuo SPID digitale in modo da inserire la domanda poche ore dopo l’attivazione della piattaforma preposta. Il fondo è limitato e la tempestività è un parametro da tenere in considerazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here